Sono grandi e gravi le preoccupazioni che in questi giorni stanno dando alla popolazione gardesana i livelli delle acque del più grande lago d’Italia.

Massima all’erta al Garda Uno per i livelli delle acque gardesane

Di Luca Delpozzo

Sono gran­di e gravi le pre­oc­cu­pazioni che in questi giorni stan­no dan­do alla popo­lazione garde­sana i liv­el­li delle acque del più grande lago d’Italia. Una situ­azione costan­te­mente sot­to con­trol­lo dai respon­s­abile del Mag­is­tra­to alle Acque che con le chiuse di Gov­er­na­lo regolano l’uscita del Fiume Min­cio che, a sua vol­ta, va ad inter­es­sare i laghet­ti di Mantova.Anche l’Azienda Spe­ciale del Con­sorzio è in sta­to di aller­ta per quan­to con­cerne le con­dut­ture del­la strut­tura cir­cum­lacuale che rac­col­go­no le acque di scari­co di gran parte del­la spon­da occi­den­tale per con­vogliar­le poi nel depu­ra­tore di Peschiera. Nat­u­ral­mente con questo sta­to di cose nel col­let­tore stan­no entran­do anche gran­di quan­tità di acque non prove­ni­en­ti esclu­si­va­mente dalle fog­na­ture. Acque bianche, o qua­si, che rag­giun­gono egual­mente il cen­tro di di Peschiera. “Una situ­azione assai pesante, che ci impeg­na quo­tid­i­ana­mente nei con­trol­li sis­tem­ati­ci di tut­ta la rete – affer­ma il pres­i­dente del Gui­do Maru­el­li – in modo da pot­er aver mon­i­tora­ta min­u­to per minu­ti l’intera situazione”.Nel com­p­lesso di depu­razione di Peschiera, la cui ges­tione è affi­da­ta ala Gar­da Uno, giun­gono anche le acque rac­colte dall’altro Con­sorzio, “L’Azienda Garde­sana Servizi”, che serve la cos­ta del Gar­da veronese.Nessun dan­no all’impianto depu­ra­ti­vo né tan­tomeno alle rete di rac­col­ta dell’intero sis­tema di col­let­ta­men­to. Una situ­azione quin­di che ras­si­cu­ra e fan ben sper­are per la prossi­ma sta­gione tur­is­ti­ca vol­ta a bis­sare le ultime pos­i­tive annate che han­no vis­to una sem­pre mag­giore e costante situ­azione di pulizia e bal­ne­abil­ità delle acque del e la con­seg­na del­la Euro­pea con­ces­sa quest’anno a Sirmione.

Commenti

commenti