Mattoncini in castello” 2018 a Desenzano del Garda

Parole chiave:
Di Redazione

Mat­tonci­ni in Castel­lo” sta tor­nan­do. L’evento che negli anni pas­sati ha riscos­so un suc­ces­so sem­pre cres­cente andrà in sce­na anche quest’anno per la sua quar­ta edi­zione nei giorni di saba­to 20 e domeni­ca 21 otto­bre. Nel­la splen­di­da loca­tion del Castel­lo saran­no esposte le opere real­iz­zate con i mat­tonci­ni Lego e l’ingresso sarà libero per tut­ti: il saba­to l’edificio stori­co resterà aper­to dalle 9:00 alle 22:00 men­tre la domeni­ca porte aperte dalle 9:00 alle 19:00.

Mat­tonci­ni in Castel­lo” è la man­i­fes­tazione che seg­na l’inizio dell’autunno e che sus­ci­ta, sin dal­la sua pri­ma edi­zione, inter­esse e curiosità sia nei res­i­den­ti che nei tan­ti vis­i­ta­tori che ogni anno affol­lano il Castel­lo. Quest’anno ci sarà anche in Piaz­za Malvezzi un even­to par­al­le­lo orga­niz­za­to per la gioia di tut­ti i bam­bi­ni: si trat­ta del­la “Tri­al Com­pe­ti­tion”, auto Lego da ral­ly radio­co­man­date che saran­no a dis­po­sizione dei ragazzi.

C’è anche un’altra novità rispet­to ai tradizion­ali “Mat­tonci­ni” che ver­ran­no esi­biti in Castel­lo: si trat­ta dei “Mat­tonci­ni in mostra” a Palaz­zo Tode­s­chi­ni. Questo appun­ta­men­to va a coin­vol­gere le scuole, nel­la fat­tispecie tutte le clas­si quarte delle pri­marie di Desen­zano, alle quali è sta­to chiesto di preparare una loro opera da esporre al Palaz­zo del Tur­is­mo. I lavori di ogni classe saran­no votati da una com­mis­sione e da tut­ti i vis­i­ta­tori che vor­ran­no esprimere un loro giudizio in mer­i­to nelle seguen­ti date: il 18 e 19 otto­bre, dalle 16:30 alle 18:30, e il 20 e 21 otto­bre, dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 18:30. L’obiettivo di ques­ta novità è quel­lo di coin­vol­gere il più pos­si­bile i gio­vani alun­ni in questo prog­et­to, di ren­der­li parte atti­va, oltre a creare momen­ti di con­di­vi­sione in modo tale da ren­dere il “gio­co” un moti­vo in più di unione ed inclu­sione dan­do libero spazio alla cre­ativ­ità e alla fan­ta­sia.

 

Parole chiave: