Il Presidente della Repubblica onora Mauro Danzi e Aldo Sala. Salvarono mamma e figli finiti con l’auto nel lago

Medaglia per i due eroi

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Bazerla

Era­no da poco pas­sare le 17 quan­do la Renault Cinque nera parcheg­gia­ta sul por­to di Peschiera improvvisa­mente scivola lenta­mente nelle acque del lago. A bor­do una mam­ma e due suoi figli: un maschi­et­to di 7 anni e una bim­ba di appe­na nove mesi. Era una fred­da gior­na­ta di feb­braio del 2004, marte­di 10. Al ton­fo del­la vet­tura nelle acque gelide, due aril­i­cen­si si get­tano per trarre in sal­vo i tre mal­cap­i­tati: sono Mau­ro Danzi, ex asses­sore comu­nale del­la giun­ta Dal­la Pel­le­g­ri­na, e Aldo Sala. Con il loro inter­ven­to han­no sal­va­to tre vite. Il gesto, che ha fat­to cronaca in tut­ta Italia, non ha las­ci­a­to indif­fer­ente il Quiri­nale; il Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca Car­lo Azeglio Ciampi, a un anno esat­to dall’accaduto, ha insigni­to i due aril­i­cen­si del­la medaglia d’argento al val­ore civile. Si legge nel­la moti­vazione: «Con gen­eroso slan­cio e cosciente sprez­zo del peri­co­lo si tuffa­va, uni­ta­mente ad altro ani­moso, nelle acque del lago in soc­cor­so di alcune per­sone rimaste intrap­po­late all’interno di un’autovettura, cadu­tavi acci­den­tal­mente, rius­cen­do a trarre in sal­vo una don­na. Chiaro esem­pio di non comune ardi­men­to ed ele­va­to sen­so altru­is­ti­co. Peschiera del Gar­da, 10 feb­braio 2004». Inter­pel­la­to al tele­fono, Mau­ro Danzi è estere­fat­to: «Non sape­vo pro­prio nul­la di ques­ta medaglia, nes­suno mi ha fino ad ora det­to niente. Me lo dite voi dell’ Are­na . Sono emozion­a­to e stordi­to», bal­bet­ta Danzi. «Non cre­de­vo cer­to di pot­er ottenere una medaglia al val­ore civile per quel­lo che io e Aldo Sala abbi­amo fat­to quel marte­di di feb­braio dell’anno scor­so. Sono com­mosso ed incred­u­lo». Sa chi può aver pro­pos­to al Capo del­lo Sta­to di con­ced­ervi questo onore? «Non ne so nul­la», con­tin­ua Danzi. «Quel pomerig­gio in zona c’erano gli uomi­ni del­la squadra nau­ti­ca del­la che sono arrivati subito dopo il nos­tro inter­ven­to. Forse sono sta­ti loro, o forse l’amministrazione comu­nale di Peschiera». Ma dopo il sal­vatag­gio avete rice­vu­to pub­bli­ci attes­ta­ti di sti­ma, non è vero? «Sì», spie­ga anco­ra l’ex asses­sore, «una tar­ga da parte del Comune di Peschiera e un attes­ta­to del Rotary. Mi cre­da, ci bas­ta­va: non abbi­amo fat­to quell’atto, per cer­care pub­blic­ità o portare a casa delle medaglie. È suc­ces­so e bas­ta». Il sito inter­net del­la Pres­i­den­za del­la Repub­bli­ca già ripor­ta il decre­to fir­ma­to dal Capo del­lo Sta­to il 18 gen­naio 2005 con la moti­vazione già ripor­ta­ta. Ora sia spet­ta solo di conoscere in che cir­costan­za saran­no con­seg­nate le medaglie. «Ringrazi­amo», dicono i due pre­miati, «in pri­mo luo­go il Pres­i­dente Ciampi per l’alto riconosci­men­to che ci ha accorda­to ma anche il nos­tro sin­da­co e tut­ta l’amministrazione comu­nale per la con­sid­er­azione, come tut­ta la popo­lazione di Peschiera che ci ha vera­mente trib­u­ta­to moltissi­mo onore e tan­ta considerazione».

Parole chiave: