Problemi di obesità e disturbi tra i più frequenti nell’alimentazione saranno al centro di un convegno scientifico

Medici a convegno sui disturbi alimentari

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

Prob­le­mi di obe­sità e dis­tur­bi tra i più fre­quen­ti nell’alimentazione saran­no al cen­tro di un con­veg­no sci­en­tifi­co in pro­gram­ma domani e saba­to nell’aula magna dell’Ospedale di Desen­zano. Cosa ci si aspet­ta dall’incontro? «Sicu­ra­mente emerg­er­an­no alcune linee-gui­da», sot­to­lin­ea il diret­tore del dipar­ti­men­to di Med­i­c­i­na gen­erale dell’Azienda ospedaliera di Desen­zano, il veronese dot­tor Wal­ter Piubel­lo, «sia in ambito diag­nos­ti­co che ter­apeu­ti­co per la mod­er­na ges­tione di quei pazi­en­ti afflit­ti da obe­sità o da altri dis­tur­bi del­l’al­i­men­tazione». «Purtrop­po, anche nel­la zona del Gar­da» pros­egue Piubel­lo, «sono in aumen­to questi casi, tan­to che, da qualche tem­po, nel­la divi­sione di Chirur­gia del nos­tro ospedale (diret­ta da Car­lo Zola) si effet­tuano inter­ven­ti, tipo il bendag­gio gas­tri­co, per la soluzione dei prob­le­mi legati al soprappe­so». Insom­ma, bulim­ia, anores­sia ed altre patolo­gie, nomi che fan­no pau­ra, ormai ormai dif­fuse anche nelle nos­tre local­ità. Nei repar­ti ospedalieri c’è anche la figu­ra del­lo psi­col­o­go che affi­an­ca quel­lo del clin­i­co. Al tavo­lo dei rela­tori ci saran­no alcu­ni tra i più illus­tri cat­te­drati­ci e spe­cial­isti nel cam­po del­la nutrizione e delle dietolo­gia come Ita­lo Van­ti­ni (Isti­tu­to di Med­i­c­i­na inter­na dell’ di Verona), Ottavio Borsel­li (diret­tore del­la Clin­i­ca Geri­a­tria dell’Università di Verona), quin­di Rober­to Coraz­za (docente all’Università di Pavia), Faus­to Man­ara (Neu­rop­sichi­a­tria di Bres­cia). Al con­veg­no inter­ver­ran­no, inoltre, esper­ti e medici di med­i­c­i­na gen­erale. La pri­ma gior­na­ta dei lavori si occu­perà di patolo­gie in cam­po nutrizionale, men­tre la sec­on­da gior­na­ta sarà ded­i­ca­ta alle intoller­anze alimentari.

Parole chiave: