Tutela ambientale: finalmente in porto il Piano territoriale

Meeting del Lions club Valtenesi

13/02/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

Uno dei pun­ti fon­da­men­tali del pro­gram­ma del Lions Club Gar­da-Valte­n­e­si (pre­siedu­to da Rai­mon­do Dal Dos­so) è la tutela del ter­ri­to­rio, lo stu­dio di tutte le prob­lem­atiche con­nesse al suo svilup­po e alla sua ges­tione. Per un mag­giore appro­fondi­men­to, la com­mis­sione Arte e Ambi­ente Valte­n­e­si (pres­i­dente l’architetto Ade­lio Zeni) si è pre­mu­ra­ta di orga­niz­zare un meet­ing al fine di esam­inare — sot­to l’aspetto urban­is­ti­co — la nuo­va rego­la­men­tazione del ter­ri­to­rio, con par­ti­co­lare riguar­do alla Valte­n­e­si. Al meet­ing, svoltosi al ris­torante La Qui­ete, è inter­venu­ta in qual­ità di rela­trice l’assessore provin­ciale al Ter­ri­to­rio . Con­sid­er­a­ta l’importanza dell’argomento, non pote­vano man­care i rap­p­re­sen­tan­ti delle ammin­is­trazioni comu­nali del­la Valte­n­e­si. Han­no ader­i­to anche i rap­p­re­sen­tan­ti dell’Azienda Gar­da 1, nonchè i tec­ni­ci e i fun­zionari delle varie ammin­is­trazioni. Mari­astel­la Gelmi­ni ha espos­to tutte le tem­atiche rel­a­tive al nuo­vo stru­men­to urban­is­ti­co, doc­u­men­to che si sovrap­pone e sos­ti­tu­isce i piani rego­la­tori comu­nali. La novità è estrema­mente impor­tante poichè deman­da ai Comu­ni notevoli poteri nell’ambito del­la rego­la­men­tazione del ter­ri­to­rio. L’argomento, pur se di natu­ra preva­len­te­mente tec­ni­ca, è sta­to affronta­to in modo esaus­ti­vo e com­pren­si­bile dall’assessore, che ha espos­to le metodolo­gie tec­ni­co-prati­co-politiche che ispi­ra­no i piani ter­ri­to­ri­ali. Ci sono volu­ti tredi­ci anni di stu­di e prog­et­tazioni ma final­mente il Piano ter­ri­to­ri­ale di coor­di­na­men­to è approda­to in Regione. Si attende solo la sua defin­i­ti­va approvazione. L’assessore ha relazion­a­to anche sui vari aspet­ti delle vicende che riguardano la Provin­cia, con par­ti­co­lare rifer­i­men­to alla Valte­n­e­si. Ha par­la­to poi dell’aeroporto di Mon­tichiari e dell’importanza che riveste per l’economia locale e inter­provin­ciale. Riguar­do alla l’assessore ha dis­quisi­to sul­la nuo­va orga­niz­zazione del­la rete stradale provin­ciale, sof­fer­man­dosi sull’annoso prob­le­ma del­la stra­da del­la Valsab­bia, affer­man­do che i tem­pi per il suo com­ple­ta­men­to — almeno per quan­to con­cerne il col­lega­men­to dei trat­ti ese­gui­ti — sono alquan­to bre­vi. La dis­cus­sione che ne è segui­ta ha riguarda­to le impli­cazioni che, in base ai nuovi poteri con­fer­i­ti ai Comu­ni, pos­sono derivare da even­tu­ali scor­rette appli­cazioni. È sta­ta evi­den­zi­a­ta la dis­crezion­al­ità che si ver­rebbe a creare a liv­el­lo comu­nale. L’assessore ha ras­si­cu­ra­to dicen­do che la Provin­cia svol­gerà un’adeguata fun­zione di con­trol­lo affinchè non si pos­sano ver­i­fi­care abusi o uti­liz­zo ille­git­ti­mo da parte dell’autorità comu­nale. Il Lions club Gar­da-Valte­n­e­si ha ricon­fer­ma­to la pro­pria atten­zione affinchè il ter­ri­to­rio del­la Valte­n­e­si ven­ga oppor­tu­na­mente tute­la­to, evi­tan­do ecces­si­va edi­fi­cazione e soprat­tut­to spre­co del territorio.

Parole chiave: