Sperimentato a Pasqua, verrà riproposto il servizio di trasporto con autobus elettrico per i clienti degli hotel

Meno auto in centro: ok degli albergatori

25/04/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo
e. s.

Meno auto nel cen­tro stori­co. Piace agli alber­ga­tori l’ampliamento dell’isola pedonale del cen­tro e l’attivazione del servizio di trasporto con auto­bus elet­tri­co per i cli­en­ti degli hotel sit­uati oltre il ponte del castel­lo scaligero. L’iniziativa dell’Amministrazione comu­nale è sta­ta sper­i­men­ta­ta a Pasqua trovan­do pos­i­tivi riscontri.«La deci­sione — dice Car­lo Dalle Vedove, pres­i­dente dell’associazione alber­ga­tori sirmionese — è sta­ta apprez­za­ta dai col­leghi che oper­a­no nel cen­tro stori­co. L’impiego del pul­mi­no elet­tri­co nel­la zona di arri­vo dei tur­isti diret­ti agli alberghi del cen­tro stori­co, allog­giati o preno­tati, ha il pre­gio di togliere autovet­ture in tran­si­to in cen­tro. Pur con qualche pos­si­bile per­fezion­a­men­to, l’operazione è con­di­visa. Non solo. Aus­pichi­amo che l’Amministrazione comu­nale pos­sa attuare ulte­ri­ori inizia­tive des­ti­nate a dare respiro al cen­tro ma anche alla penisola».Insomma, par di capire che gli alber­ga­tori siano favorevoli a puntare ad una sem­pre mag­giore lim­i­tazione del tran­si­to delle auto non solo nel cen­tro stori­co, ma anche esten­den­do la zona a traf­fi­co lim­i­ta­to. Già oggi, per la ver­ità, nei giorni fes­tivi o nelle ricor­ren­ze impor­tan­ti il traf­fi­co viene bloc­ca­to all’altezza di via Bag­n­era a Colom­bare quan­do in piaz­za­le Mon­te­bal­do, a ridos­so del cen­tro e del Palaz­zo dei con­gres­si, risul­tano esauri­ti i posti di sos­ta e sul­la stra­da si for­mano code. Evi­den­te­mente si trat­terebbe di sper­i­menta­re chiusure domeni­cali anche del trat­to di stra­da com­pre­so fra il cimitero o por­to Galeazzi ed il castel­lo scaligero. Molto dipen­derà dalle deci­sioni che saran­no prese sul futuro parcheg­gio che il Comune ha deciso di costru­ire nell’area del Cen­tro sporti­vo di Colom­bare e sul­la definizione del par­ti­co­lareg­gia­to di piaz­za­le Mon­te­bal­do. I prog­et­ti sul tap­peto ipo­tiz­zano nuove strut­ture di accoglien­za degli ospi­ti, di smis­ta­men­to dei tur­isti, nuovi parcheg­gi ed una grande piaz­za che si affac­cia sul lun­go­la­go. Nel frat­tem­po gli alber­ga­tori si dicono sod­dis­fat­ti del col­lau­do tur­is­ti­co pasquale e guardano con ottimis­mo al resto del­la sta­gione. «Pasqua è anda­ta abbas­tan­za bene — com­men­ta Dalle Vedove -. Il ponte del 25 aprile par­la pret­ta­mente ital­iano; le preno­tazioni ci sono, siamo ottimisti. Lo stes­so dis­cor­so vale per il 1° mag­gio, data per cui atten­di­amo l’arrivo del­la clien­tela straniera. Sirmione pun­ta su cul­tura, sto­ria e pro­fes­sion­al­ità ed anche sul bel tem­po, speran­do che le pre­vi­sioni non siano sem­pre così pes­simistiche, per­chè accade sovente che le indi­cazioni dei mete­o­rolo­gi spes­so non cor­rispon­dono, nel caso del Gar­da, al tem­po reale. A Pasqua era pre­vista piog­gia, da noi c’è sta­ta una gior­na­ta di sole splen­di­do. E questo non ci favorisce». Pre­vi­sioni improntate all’ottimismo intan­to arrivano un po’ da tutte le pic­cole cap­i­tali delle vacanze del­la riv­iera bres­ciana del lago: da Desen­zano alla Valte­n­e­si al medio lago, fino ad arrivare a Limone.