Domenica in piazza Don Vantini va in scena la terza «Festa dei Popoli» Canti, danze, prodotti del Terzo mondo e tanti palloncini colorati

Messaggi di pace nel cielo di Colà

24/06/2004 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Sergio Bazerla

«Per gettare semi di pace» è il moti­vo con­dut­tore del­la terza Fes­ta dei Popoli che avrà luo­go domeni­ca 27 giug­no pres­so l’an­fiteatro in piaz­za Don Van­ti­ni a Colà. L’ha pro­mossa il Grup­po mis­sion­ario par­roc­chiale, in col­lab­o­razione con il Cen­tro mis­sion­ario dioce­sano, con le Acli, l’AGe, l’as­so­ci­azione Gens Clau­dia e il Grup­po sporti­vo Le Sgal­mare. «Sarà un momen­to di accoglien­za e relazione — spie­ga Rober­to Pachera, respon­s­abile del grup­po — che darà la pos­si­bil­ità a moltissi­mi extra­co­mu­ni­tari di pot­er­si incon­trare per fare fes­ta, nuove conoscen­ze, nuovi scam­bi relazion­ali. Nel­la pas­sa­ta edi­zione sono giun­ti a Colà oltre mille per­sone orig­i­nari di ben dici­as­sette nazioni». A Colà c’è una con­sis­tente comu­nità brasil­iana, un centi­naio di per­sone, che vivono e lavo­ra­no nel­la zona del bas­so lago. E pro­prio qui sovente si ritrovano per fare comu­nità. Han­no perfi­no cos­ti­tu­ito una squadra di cal­cio gio­vanile che da alcu­ni anni parte­ci­pa al tor­neo esti­vo di cal­cet­to. «Nel cor­so del­l’in­ver­no abbi­amo dato vita — spie­ga anco­ra Pachera — a un cor­so di lin­gua ital­iana per stranieri. Han­no ader­i­to oltre 40 per­sone. Il cor­so è sta­to tenu­to da volon­tari ed è sta­to com­ple­ta­mente gra­tu­ito. Un buon suc­ces­so — con­tin­ua Pachera — che ci fa be sper­are per il futuro. Domeni­ca pomerig­gio alle ore 18 ci sarà l’ac­coglien­za e il ben­venu­to per quan­ti vor­ran­no parte­ci­pare alla fes­ta. Alle ore 18.30 i popoli si pre­sen­tano: sfi­la­ta di bandiere, preghiera uni­ver­sale e salu­to delle autorità con un gesto sim­bol­i­co. Han­no dato la loro ade­sione e saran­no pre­sen­ti i par­ro­ci di Colà e Lazise, il sin­da­co di Lazise, il diret­tore del Cen­tro mis­sion­ario dioce­sano, don Ottavio Tode­s­chi­ni. Per le ore 19 sono pre­visti can­ti e danze dal mon­do. Ci sarà inoltre una gal­le­ria dei popoli con l’e­s­po­sizione di prodot­ti di arti­giana­to tipi­co e la ven­di­ta di prodot­ti ali­men­ta­ri delle sin­gole nazioni. Vi sarà inoltre la pos­si­bil­ità di pot­er con­sumare una «cena fru­gale». Nel cen­tro del­la fes­ta, in piaz­za Don Van­ti­ni, sarà allesti­ta la ten­da del­la Pace. Pres­so la ten­da i ragazzi delle scuole potran­no con­seg­nare i loro dis­eg­ni sul tema del­la pace. I ragazzi potran­no inoltre scri­vere alcu­ni mes­sag­gi che saran­no inser­i­ti in alcu­ni pal­lonci­ni col­orati, che saran­no suc­ces­si­va­mente liberati nel cielo affinchè i mes­sag­gi pos­sano essere lan­ciati nel mon­do. A tut­ti i ragazzi sarà dona­ta una ban­dana, sim­bo­lo di fes­ta fra i popoli, in seg­no di riconoscenza.