L’annuncio dell’assessore Roscioli dato in Consiglio comunale. Da fine mese il servizio a Esenta, Centenaro e San Tomaso

Metano in tutte le frazioni

03/10/2006 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Ver­i­fi­ca dell’equilibrio di bilan­cio, sta­to di avan­za­men­to dei pro­gram­mi del­la giun­ta Boc­chio, metaniz­zazione delle frazioni, ormai in dirit­tura d’arrivo. Su questi temi si è acce­so il con­siglio comu­nale di Lona­to nell’ultima sedu­ta del­la set­ti­mana scor­sa. Innanz­i­tut­to l’assessore al Pat­ri­mo­nio Anto­nio Rosci­oli ha tenu­to a rib­adire che «sul­la base delle stime, la ges­tione del bilan­cio di eser­cizio 2006 si dovrebbe chi­ud­ere in sostanziale pareg­gio». Per il set­tore pat­ri­mo­nio sono in cor­so alcune pro­ce­dure di alien­azione di ter­reni e fab­bri­cati, il cui proven­to è già inser­i­to nel bilan­cio di pre­vi­sione. «Nel cor­so degli ulti­mi con­sigli comu­nali — ha aggiun­to Rosci­oli — sono state acquisite le autor­iz­zazioni alla ven­di­ta dei diver­si reliquiati stradali e di alcu­ni immo­bili. E’ tutt’ora in fase di pro­duzione la per­izia rel­a­ti­va alla ex scuo­la ele­mentare di Cas­tel Ven­za­go e il frazion­a­men­to dell’area in local­ità Fac­cen­d­i­na, nei pres­si del­la cab­i­na di pom­pag­gio del gas metano». Per quan­to attiene la ges­tione del­la rete del metano, dal­la fine di otto­bre, saran­no così com­ple­ta­mente metaniz­zate le frazioni di San Polo, San Toma­so, Cas­tel Ven­za­go, Cen­te­naro, Mal­oc­co, Cominel­lo ed Esen­ta. In par­ti­co­lare Esen­ta è sta­ta stac­ca­ta dal­la rete dis­trib­u­ti­va di Cas­tiglione per col­le­gar­la a quel­la di Lona­to. Ques­ta oper­azione con­sen­tirà di acquisire il canone di vet­to­ri­a­men­to del gas rel­a­ti­vo agli uten­ti». Per quan­to riguar­da gli obi­et­tivi «stra­or­di­nari» Rosci­oli ha ricorda­to che è sta­ta sot­to­scrit­ta la con­ven­zione con il cat­a­sto, per la mod­ern­iz­zazione delle mappe cat­a­stali e l’aggiornamento del­lo stradario cat­a­stale. «Il lavoro, affida­to alla soci­età Globo srl attra­ver­so il prog­et­to Sis­co­tel 2004 Bas­so Gar­da, è in avan­za­ta fase di com­ple­ta­men­to e si con­clud­erà nei pri­mi del 2007, con la com­ple­ta vet­to­ri­al­iz­zazione e mosaicatu­ra delle mappe cat­a­stali. L’intervento pros­eguirà poi con l’esecuzione del sor­vo­lo del ter­ri­to­rio e la for­mazione di un data­base topografi­co che, sovrap­pos­to alle mappe cat­a­stali infor­ma­tiz­zate, cos­ti­tuirà la base per il piano di gov­er­no del ter­ri­to­rio e, fra l’altro, con­sen­tirà la ver­i­fi­ca di rego­lar­ità trib­u­taria ed edilizia degli immo­bili pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio». Per pot­er com­pletare quest’ultima parte del prog­et­to è appe­na sta­ta for­mal­iz­za­ta in Regione una doman­da per il cofi­nanzi­a­men­to del prog­et­to, nel­la misura del 50% a nome dell’agregazione Bas­so Gar­da, for­ma­ta dai comu­ni di Lona­to, come capofi­la, di Bedi­z­zole, San Felice di Pueg­na­go. Il cos­to di real­iz­zazione del prog­et­to è di cir­ca 180.000 euro com­p­lessivi, quin­di l’accoglimento del­la doman­da con­sen­tirebbe un risparmio di 90mila euro. Infine per il set­tore con­tabile il prin­ci­pale prog­et­to riguar­da l’introduzione di un sis­tema di con­trol­lo di ges­tione, ovvero di ver­i­fi­ca dei risul­tati rag­giun­ti. Nel cor­so dell’ultima giun­ta comu­nale è sta­to dato il via lib­era all’attuazione del prog­et­to che dovrà arrivare a com­ple­ta­men­to con il bilan­cio di pre­vi­sioni 2009, preve­den­do una spe­sa com­p­lessi­va di cir­ca 25mila euro annui. A fronte di ques­ta spe­sa e risparmio di risorse che gli ammin­is­tra­tori sper­a­no di ottenere, una vol­ta a regime, sarà pari ad almeno ial­meno 300mila euro all’anno.