La dodicesima edizione finanzierà progetti in Paesi poveri

Migliaia di fiaccole per i missionari

09/12/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Marzia Zamattio

Tut­ti con le torce in mano, ieri sera, in migli­a­ia han­no inva­so il cen­tro per la dodices­i­ma edi­zione del­la Fiac­co­la­ta natal­izia. Par­ti­to dal­l’O­ra­to­rio, dopo l’in­ter­ven­to dei tre sin­daci di Riva, Arco e Tiarno, e la benedi­zione di don Gio­van­ni, il cor­teo ha sfi­la­to al suono delle bande cit­ta­dine. Cinque le asso­ci­azioni che benefi­cer­an­no dei fon­di rac­colti. Nel 2000 era­no sta­ti rag­giun­ti i 40 milioni.E quest’an­no il tem­po è sta­to clemente rispet­to alla scor­sa edi­zione. Un lun­go fiume lumi­noso, che bene si accosta­va alle lumi­nar­ie, si è lenta­mente snoda­to per le prin­ci­pali vie del­la cit­tà. Par­ti­to alle 17.30, dopo gli inter­ven­ti dei sin­daci dei comu­ni ader­en­ti — Cesare Mal­ossi­ni ha par­la­to di pace e dei fat­ti dell’11 set­tem­bre — e dopo l’ar­ri­vo del­la fiac­co­la­ta “ nel ten­nese”, il cor­teo ha poi fat­to rien­tro (alle 20) all’O­ra­to­rio, dove la man­i­fes­tazione si è con­clusa con vin brulé, castagne e piat­ti tipici.In tes­ta alla Fiac­co­la­ta, oltre ai pri­mi cit­ta­di­ni, il decano don Gio­van­ni Bin­da e le bande del­la Val di Ledro, del Bleg­gio e la Val­let­ta dei Liberi Falchi, che han­no rit­ma­to la sfi­la­ta. Come sem­pre, c’è sta­ta la sos­ta al Pre­se­pio sub­ac­queo, giun­to al dec­i­mo anno di vita.Oltre cinquemi­la, sec­on­do gli orga­niz­za­tori, le fiac­cole ven­dute solo ieri (a 5.000 lire l’u­na) in un’o­ra e mez­za, «da aggiunger­si alle altre» dis­tribuite dai volon­tari. E, nel 2000, dal­l’inizia­ti­va sono sta­ti rac­colti 42 mil­ioni. I sol­di servi­ran­no per finanziare la Croce rossa del Bas­so Sar­ca-Arco per l’ac­quis­to del Propaq, uno stru­men­to per ril­e­vare i para­metri vitali dei pazienti.Ma non solo. Altri quat­tro ben­e­fi­ciano del­l’inizia­ti­va, pro­mossa dal Comi­ta­to orga­niz­za­tore. Il grup­po mis­sion­ario di Nago Tor­bole per aiutare padre Maz­zuc­chi impeg­na­to in Amaz­zo­nia; il grup­po mis­sion­ario S.Maria Assun­ta di Riva che opera in Ecuador; l’As­so­ci­azione Trenti­no even­ti di Pietra­mu­ra­ta che aiu­ta alcu­ni orfan­otrofi nel­la Repub­bli­ca Ceca; infine, la par­roc­chia di S.Bartolomeo per il restau­ro del­l’an­ti­co organo.Ma la gior­na­ta del­l’Im­ma­co­la­ta è sta­ta ric­ca di even­ti. Pri­ma del­la Fiac­co­la­ta, infat­ti, si è svol­ta la spet­ta­co­lare esi­bizione dei vig­ili del fuo­co di Riva, dei volon­tari del Soc­cor­so Bas­so Sar­ca e degli allievi del dis­tret­to di Riva.Inoltre, il mer­cati­no del cuore nel piaz­za­le del­l’o­ra­to­rio e la ruo­ta del­la for­tu­na han­no ani­ma­to la mat­ti­na­ta. E la sera, polen­ta dei Polen­tari del­la valle di Ledro e del Comi­ta­to Polen­ta e mor­tadel­la per tutti.

Parole chiave: