Isola della scala. Ecco il cuoco d’oro

Miglior risotto con le ciche al Balilla

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
p.c.

Il ris­torante Vecio Balil­la di Iso­la del­la Scala diven­ta il Cuo­co d’oro 2003. Il con­cor­so gas­tro­nom­i­co di But­tapi­etra taglia il tra­guar­do del­la VI edi­zione. In gara all’agrario di Bovoli­no c’erano cinque ris­toran­ti del­la zona, Ven­taglio e Pasi­na­to di But­tapi­etra, L’Osteria di Cerea, Vecio Balil­la e Melot­ti di Iso­la del­la Scala. Alla ser­a­ta pre­sen­ti tra le varie autorità: i rap­p­re­sen­tan­ti politi­ci di But­tapi­etra, i pre­si­di dell’istituto Bovoli­no Lui­gi Lan­za e dell’istituto alberghiero Edoar­do Man­ara, l’assessore provin­ciale all’agricoltura Alber­to Martel­let­to, il pres­i­dente del con­sorzio del riso vialone nano Ernesto Arte­giani. Pres­i­dente del­la giuria lo chef Vin­cen­zo Pedel­li. I con­cor­ren­ti han­no offer­to alle giurie spe­cial­is­ti­ca e popo­lare una pro­pria inter­pre­tazione del risot­to con le ciche, il piat­to tipi­co di But­tapi­etra. Le ciche sono i dadi­ni di man­zo che ricor­dano i mozzi­coni di tabac­co che veni­vano mas­ti­cati un tem­po. Se la giuria spe­cial­is­ti­ca ha dec­re­ta­to vinci­tore il Vecio Balil­la, quel­la popo­lare si è espres­sa a favore del Ven­taglio. Sin­go­lare è che i due gestori sono fratel­li. Flavio Renof­fio e la moglie Maria del Balil­la lavo­ra­no da 32 anni: «ciò che con­ta in questo lavoro è diver­tir­si in cuci­na. Il verdet­to del­la giuria ha un val­ore sec­on­dario. Vor­rem­mo che parte­ci­passero anche altri ris­toran­ti». Ful­vio Renof­fio del Ven­taglio: «Queste inizia­tive man­ten­gono vivo il sen­so dei nel­la provincia».

Parole chiave: