In mostra la coppa europea

Milanisti campioni anche in solidarietà

03/04/2004 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Decine e decine di foto sem­pre con lei al cen­tro dell’attenzione: som­m­er­sa di baci, ammi­ra­ta, qua­si ven­er­a­ta. In posa in mez­zo all’ampia sala Aris­ton del Parc hotel Grit­ti la Cop­pa cam­pi­oni, con­quis­ta­ta nel mag­gio scor­so a Man­ches­ter dal Milan di Car­lo Ancelot­ti. Da con­suma­ta star ha monop­o­liz­za­to l’intera ser­a­ta orga­niz­za­ta con maes­tria da Gio­van­ni Bigag­no­li, da oltre 35 anni pres­i­dente del locale Milan club. Ma non solo. Il popo­lare «Big» rico­pre anche l’incarico di del­e­ga­to del set­tore A dei club rossoneri di Verona orga­niz­zan­do pun­tual­mente, quan­do al Meaz­za scen­dono in cam­po Mal­di­ni e soci, la trasfer­ta con un pull­man cari­co di tifosi. E tan­ti, più di 200, han­no volu­to essere pre­sen­ti alla fes­ta in com­pag­nia del­la Cop­pa cam­pi­oni con­quis­ta­ta bat­ten­do la bel­la «Sig­no­ra», la Juven­tus. L’occasione per cel­e­brare anche i 30 anni del Milan club di Mal­ce­sine, i 25 di Capri­no, i 20 di Albisano e Lazise, e i 10 anni del Milan club di Cavaion. A pre­mi­are gli ambiti tra­guar­di il pres­i­dente nazionale del Milan club, Alessan­dro Cap­i­tanio, Bernardi­no Guinet­ti e Luciano Bravin, rispet­ti­va­mente seg­re­tario gen­erale nazionale e del­e­ga­to regionale dei Milan club. Una cer­i­mo­nia sem­plice alla quale non han­no volu­to man­care il sin­da­co di Tor­ri Alber­to Vedovel­li, l’assessore di Mal­ce­sine Liv­io Conci­ni e i vicesin­daci di Gar­da e , rispet­ti­va­mente Gian­pao­lo Rossi e Val­ter Rizzi. Quest’ultimo par­ti­co­lar­mente pre­so di mira, sem­pre in modo scher­zoso, per la sua pro­fon­da fede ner­az­zur­ra. «È come sparare sul­la Croce rossa», ha chiosato Rizzi sot­to­po­nen­dosi di buon gra­do ai mille sfot­tò e non man­can­do, in pri­va­to, di maledire (per scher­zo s’intende) il sin­da­co, per il com­pi­to di rap­p­re­sen­tan­za asseg­na­toli in un covo di milanisti. Alla fes­ta non sono man­cati nem­meno i Milan club di Vil­lafran­ca, Verona e Gar­da cap­i­ta­nati nell’ordine da Ser­gio Zan­gia­co­mi, Nereo Gabriel­li e Bul­lio. Inizia­ti­va che ha avu­to anche un fine di carat­tere sociale gra­zie alla rac­col­ta fon­di, tramite la lot­te­ria con in pri­mo pre­mio la maglia auto­grafa­ta di Nes­ta, per con­tribuire al prog­et­to Fon­dazione Milan onlus: un’idea del cam­pi­one brasil­iano Leonar­do, ex gio­ca­tore rossonero entra­to nel­lo staff diri­gen­ziale del sodal­izio di Via Turati. La fon­dazione ha ora come obi­et­ti­vo prin­ci­pale di aiutare i bam­bi­ni del Con­go, dan­do almeno loro la pos­si­bil­ità di essere vac­ci­nati. E la gen­erosità dei tan­ti tifosi pre­sen­ti al Grit­ti non si è fat­ta atten­dere: più di mille gli euro rac­colti per una rete che non conosce con­fi­ni e colori.

Parole chiave: