Vigili del fuoco e polizia locale all’opera dopo uno scarico criminale in un «ganfo». Una grande chiazza di gasolio è stata «asciugata» appena in tempo

Missione d’emergenza per i canneti

10/02/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
m.to.

É sta­to solo il caso, ieri a Sirmione, a per­me­t­tere di fer­mare in tem­po quel­lo che avrebbe potu­to essere l’ennesimo colpo eco­logi­co per il Gar­da. Sono sta­ti infat­ti due sirmione­si che sta­vano passeg­gia­rn­do in mat­ti­na­ta a Lugana ad accor­gen­dosi che il gan­fo «Riel» era col­mo di gaso­lio, pron­to per finire nelle vicine acque del Benaco.Uno sver­sa­men­to che avrebbe causato un dis­as­tro sul litorale di Lugana, costel­la­to da alcu­ni can­neti che, oltre a fare da «nurs­ery» per molte specie di pesci, ospi­tano anche una preziosa popo­lazione di uccel­li acquatici.Dopo la seg­nalazione, arriva­ta attorno alle 10.40, sul pos­to è subito arriva­ta una pat­tuglia del­la , e gli agen­ti, intui­ta la grav­ità del prob­le­ma, han­no a quel pun­to aller­ta­to i vig­ili del fuo­co, il cui dis­tac­ca­men­to si tro­va nel­la vic­i­na Rivoltella.È sta­ta una lot­ta con­tro il tem­po, per­chè in questi casi un inter­ven­to tem­pes­ti­vo può scon­giu­rare enor­mi dan­ni. Così i mil­i­ti e gli agen­ti del­la polizia locale, coor­di­nati dal coman­dante Rober­to Toninel­li, han­no dis­te­so spe­ciali man­i­cot­ti assor­ben­ti lun­go l’enorme chi­az­za di gaso­lio che sta­va deflu­en­do ver­so la bat­ti­gia all’altezza dell’hotel Arena.Bloccato in super­fi­cie, il com­bustibile è sta­to poi drena­to a par­tire dal­la zona di via Orti­gara, per­chè il rus­cel­lo Riel in quel trat­to scorre sot­toter­ra per poi ritornare vis­i­bile in prossim­ità del lago. E un anal­o­go inter­ven­to è sta­to ese­gui­to anche in prossim­ità del ponte che si tro­va sul­la statale.Ancora pochi minu­ti e l’olio com­bustibile sarebbe sfug­gi­to com­ple­ta­mente al con­trol­lo. In tar­da mat­ti­na­ta sono arrivati anche tec­ni­ci dell’Arpa, i quali han­no poi fat­to un sopral­lu­o­go defin­i­ti­vo nelle prime ore del pomerig­gio per pot­er con­fer­mare che non c’è sta­ta alcu­na dis­per­sione di com­bustibile nel lago.Adesso è aper­ta la cac­cia al respon­s­abile del prob­a­bile svuo­ta­men­to di una cis­ter­na (la quan­tità di com­bustibile era, ripeti­amo, notev­ole): il gaso­lio potrebbe essere sta­to scar­i­ca­to da un camion­ista parcheg­gia­to in una piaz­zo­la dell’autostrada «A4»; oppure potrebbe essere «sce­so» da un’abitazione pri­va­ta o da un’azienda.Non è la pri­ma vol­ta, purtrop­po, che il gan­fo Riel, che nasce tra San Mar­ti­no del­la Battaglia e Poz­zolen­go, diven­ta un ricetta­co­lo di rifiu­ti o di idro­car­buri. Pro­prio per questo, la polizia locale di Sirmione lan­cia un appel­lo a quan­ti abbiano notizie o addirit­tura vis­to chi ha provo­ca­to l’inquinamento. Invi­tan­do ovvi­a­mente a offrire seg­nalazioni al riguardo.

Parole chiave: