Giornata inaugurale con sfilata e parà Oggi prime sfide al Trap Concaverde: in pedana i migliori tiratori Per le donne c’è già in palio il primo titolo iridato di Trap e Skeet

Mondiali di tiro a volo un avvio spettacolare

19/10/2002 in Sport
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Lonato

Si è aper­ta a Lona­to, ieri pomerig­gio, in una cor­nice qua­si esti­va, la finale di Cop­pa del mon­do di . Gli onori di casa li ha fat­ti l’Amministrazione comu­nale lonatese con il sin­da­co Moran­do Peri­ni, che ha dato il patrocinio all’importante man­i­fes­tazione insieme all’associazione sporti­va «Trap Con­caverde», pre­siedu­ta da Egidio Tolet­ti­ni. Pri­ma dei dis­cor­si uffi­ciali si è tenu­to, nel­la sala del Celesti, un brief­ing tec­ni­co che è servi­to a tut­ti i 72 atleti final­isti, prove­ni­en­ti da tut­to il mon­do, di frat­er­niz­zare e conoscere nel det­taglio gli impianti di tiro, posti a poche centi­na­ia di metri dall’ex dis­cote­ca Genux, ora Dehor (lun­go la provin­ciale che col­le­ga Desen­zano a Cas­tiglione). Un impianto decisa­mente d’avanguardia a liv­el­lo inter­nazionale, il pri­mo in Italia, sor­to negli anni ’80, non nuo­vo ad even­ti di grande rilie­vo. Insom­ma, a Lona­to i mon­di­ali sono pro­prio di casa. Alla «Basia», del resto, si spara tut­to l’anno. Il pro­l­o­go del­la man­i­fes­tazione si è avu­to con il lan­cio di para­cadutisti del grup­po di Berg­amo ai pie­di del­la Roc­ca. Poi è toc­ca­to al cor­po musi­cale cit­tadi­no, diret­to dal mae­stro Car­lo Righet­ti, sot­to­lin­eare la sfi­la­ta delle varie del­egazioni sportive e dei rispet­tivi gon­faloni da cor­so Garibal­di fino a piaz­za Mar­tiri del­la Lib­ertà, dove si è svol­ta tut­ta la cer­i­mo­nia. Mol­ta la curiosità da parte dei lonate­si, sor­pre­si felice­mente dell’inaspettata fes­ta di piaz­za. Schierati di fronte al pal­co, i del­e­gati sportivi con le ven­tidue bandiere di apparte­nen­za: fra queste, Giap­pone, Aus­tralia, Rus­sia, Cana­da, Cina. Oltre al sin­da­co Moran­do Peri­ni, che ha ringrazi­a­to tut­ti i parte­ci­pan­ti e le fed­er­azioni, han­no pre­so la paro­la l’assessore provin­ciale Alessan­dro Sala, ricor­dan­do il «grande orgoglio bres­ciano dell’impianto Trap Con­caverde», il pres­i­dente del­la Fed­er­azione ital­iana tiro a volo Luciano Rossi, (vinci­tore alle Olimpia­di di Los Ange­les), che non ha nascos­to «la grande vital­ità e la cresci­ta di dis­ci­pline olimpiche legate al tiro a volo», e altri nomi eccel­len­ti del panora­ma inter­nazionale. La cer­i­mo­nia si è chiusa con un omag­gio flo­re­ale da parte del Comune a tutte le tira­tri­ci final­iste, l’inno d’Italia suona­to dal­la ban­da cit­tad­i­na e i para­cadutisti che, dopo essere disce­si a pie­di dal­la Roc­ca, han­no schier­a­to le bandiere sim­bo­lo dei mon­di­ali davan­ti al pal­co. Poi il buf­fet per atleti e accom­pa­g­na­tori. Gra­zie a un accor­do com­mer­ciale, stip­u­la­to tra la pay tv «Stream» e la Fed­er­azione ital­iana tiro a volo, la cer­i­mo­nia di ieri e le gare — in pro­gram­ma da oggi a mart­edì — potran­no essere segui­te comoda­mente in tele­vi­sione. «Stream» trasmet­terà quat­tro sin­te­si di un’ora cias­cu­na, repli­can­dole più volte nell’arco del­la set­ti­mana. Quan­to alla gara, oggi sono pre­viste le prove di Trap e Skeet maschile e fem­minile. Gli uomi­ni in gara spar­eran­no ai pri­mi 75 piat­tel­li del­la com­pe­tizione, che per loro ripren­derà domani con una sec­on­da serie di 50 piat­tel­li, a cui seguirà la finalis­si­ma. Le donne invece dovran­no dare il mas­si­mo già oggi in ques­ta spe­cial­ità: dopo la pri­ma serie di 75 piat­tel­li, seguirà imme­di­ata­mente la finale per l’assegnazione del­la Cop­pa del mon­do. Lunedì sono pre­visti i tiri delle prove uffi­ciali per la spe­cial­ità del dou­ble trap sia per uomi­ni che per donne. Dal pun­to di vista ago­nis­ti­co sarà una gior­na­ta decisa­mente tran­quil­la, di allena­men­to. Mart­edì ulti­mo giorno di com­pe­tizione al dou­ble trap maschile e fem­minile. Ter­mi­nate le sfide, si dis­put­erà la finale per l’assegnazione delle coppe. Di segui­to la pre­mi­azione. Mer­coledì 23 otto­bre Lona­to si con­ged­erà defin­i­ti­va­mente dai tan­ti atleti che per qua­si una set­ti­mana han­no reso la cit­tad­i­na un’autentica cap­i­tale del­lo sport.

Parole chiave: