“Italia in Rosa” il 28-29 giugno sul Lago di Garda

Moniga regina dei rosati200 vini in degustazione

Di Luca Delpozzo

, Kret­zer, Cera­suo­lo: per la pri­ma vol­ta un grande even­to nazio-nale in onore di una tipolo­gia che sem­bra sia sta­ta riscop­er­ta. Ne par­ler­an-no ven­ti noti pro­dut­toriSono cir­ca 160 le aziende di tut­ta l’Italia che parteciper­an­no al pri­mo even­to naziona-le “Italia in Rosa”, intera­mente ded­i­ca­to ai vini rosati con cir­ca 200 etichette di quali-tà delle 20 regioni.La ripresa di ques­ta tipolo­gia, che in Italia ha sem­pre avu­to vita gra­ma al con­trario che in altri Pae­si pro­dut­tori, Fran­cia in tes­ta, era, infat­ti, da qualche tem­po nell’aria. La fra­gran­za del rosato, l’estrema piacev­olez­za – a com­in­cia­re dal­la vista – di un così fres­co e invi­tante, ide­ale per una cuci­na sem­pre più leg­gera e fan­ta­siosa, sem­bra-no essere final­mente com­p­rese dal con­suma­tore, che ora pre­mia un tipo di vino trop-po a lun­go dimenticato.“Italia in Rosa” avrà luo­go a Moni­ga del Gar­da, sul­la spon­da bres­ciana del lago, nel fine set­ti­mana del 28–29 giug­no. Sarà l’occasione per degustare, nell’ampio par­co del­la set­te­cen­tesca Vil­la Bertanzi, nel cen­tro di Moni­ga, sia i rosati delle zone più clas­siche e tradizion­ali (folte in par­ti­co­lare le parte­ci­pazioni del Cera­suo­lo d’Abruzzo e dei rosati salen­ti­ni, oltre che nat­u­ral­mente del Chiaret­to del Gar­da, nato pro­prio a Moni­ga, e del Chiaret­to) sia quel­li del resto d’Italia, vis­to che tutte le re-gioni sono rap­p­re­sen­tate ad alto livello.Diverse le curiosità, a com­in­cia­re dal rosato Giro­ton­do, prodot­to da quat­tro sig­nore, tito­lari di altret­tante aziende nel Pia­centi­no, per arrivare a quel­lo più arzil­lo, un ra-gaz­zo del ’99 sem­pre in gam­ba, da vigne di 80 anni colti­vate sull’Etna.Svariati anche i debut­ti, fra i quali il pri­mo rosato Plan­e­ta e alcu­ni spuman­ti meto­do classico.Il con­veg­no d’apertura, saba­to 28 giug­no alle 10,30, avrà diver­si com­pi­ti. Il prin­ci­pa-le è nat­u­ral­mente quel­lo indi­ca­to dal tito­lo: “Il ter­zo polo: le scuole ital­iane del rosa-to”. Ven­ti pro­dut­tori molto conosciu­ti, dall’Alto Adi­ge alla Sicil­ia, esprimer­an­no bre-vemente la loro con­cezione di rosato sof­fer­man­dosi anche sul nuo­vo inter­esse del mercato.Si fron­tegger­an­no nel­lo stes­so tem­po due schiera­men­ti: quel­lo numeri­ca­mente più impor­tante, che pen­sa al rosato come pro­tag­o­nista di una breve, scin­til­lante sta­gione, e quel­lo più esiguo ma molto agguer­ri­to che sta lavo­ran­do per­ché ques­ta tipolo­gia, come il rosso e ormai da anni il bian­co, pos­sa augu­rar­si una vita più lun­ga e regalare sen­sazioni anco­ra inesplorate.Accanto ai tan­tis­si­mi 2007 in degus­tazione, infat­ti, non man­cano esem­pi di annate prece­den­ti, vini che in alcu­ni casi han­no anche sosta­to in bar­rique e, sen­za perdere la loro incan­tev­ole fres­chez­za, riescono a offrire molto, molto di più.Fra i caposcuo­la di quest’ultima ten­den­za c’è indub­bi­a­mente l’enologo Mat­tia Vez­zo-la che a Moni­ga, nel­la sua azien­da di famiglia Costari­pa, accan­to al “gio­vane” Rosa-mara, ha cre­ato il Mol­men­ti, ded­i­ca­to al sen­a­tore che nel 1896 pro­prio a Moni­ga mise a pun­to la tec­ni­ca del Chiaret­to, capace di vivere lunghi anni in for­ma perfetta.Il cal­en­dario di “Italia in Rosa”Tutti i det­tagli e le novità (e presto i vini) su www.skriba.netSabato 28 giug­noOre 10,30Villa Bertanzi (cen­tro di Moni­ga del Gar­da, Brescia)Talk show “Il Ter­zo Polo – Le scuole ital­iane del rosato”. Mod­er­a­tore il gior­nali-sta Bruno Donati.Per il Gar­da Clas­si­co: e . Per il Bar­dolino: Giuseppe Guer­ri­eri e Matilde Pog­gi. Per il Fran­ci­a­cor­ta: Pia Berluc­chi e Pao­lo Piz-ziol. Per il Vene­to: Faus­to Mac­u­lan. Per il Trenti­no: Mau­ro Lunel­li e Mario Pojer. Per l’Alto Adi­ge: Chris­t­ian Werth. Per il Friuli Venezia Giu­lia: Gior­gio Colut­ta. Per le Marche: Car­lo Garo­foli. Per l’Abruzzo: Ric­car­do Brighigna. Per la Puglia: Pier-nico­la Leone de Cas­tris. Per la Cal­abria: Rober­to Cer­au­do. Per la Sicil­ia: Car­lo Ca-savec­chia e San­ti Planeta.Ospiti d’onore: Gio­van­ni Lon­go, past pres­i­dent Vinar­ius; , gior­nal­ista; Gavi­no San­na, pubblicitario.Ore 14–21Degustazioni pub­bliche (cir­ca 200 rosati di 160 aziende). Dalle 21, la spet­ta­co­lare Orches­tra Dab Live Band.Domenica 29 giug­noOre 11–20Degustazioni pubbliche.Ticket: € 15 (€ 10 per iscrit­ti Ais, Slow Food, Onav, GoWine, Enotime).