Londra è vicina, anzi, vicinissima: basta prendere uno dei due aerei giornalieri all’aeroporto di Montichiari dal 29 giugno prossimo e volare con Ryanair fino alla capitale britannica, aeroporto di Stansted.

Montichiari — Londra, andata ritorno a sole 99 mila lire

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Egidio Bonomi

Lon­dra è vic­i­na, anzi, vicinis­si­ma: bas­ta pren­dere uno dei due aerei gior­nalieri all’aeroporto di Mon­tichiari dal 29 giug­no prossi­mo e volare con fino alla cap­i­tale bri­tan­ni­ca, aero­por­to di Stanst­ed. Il cos­to è il più bas­so mai ideato fino­ra da un aero­por­to ital­iano: 99 mila lire anda­ta e ritorno, tasse escluse. Ieri, pri­mo pomerig­gio, all’aeroporto mon­te­clarense la pre­sen­tazione del volo. Un pas­so impor­tante per la strut­tura bres­ciana che vede aprir­si il ven­taglio delle pos­si­bil­ità inter­nazion­ali di un’altra tac­ca. Mon­tichiari è des­ti­na­to a far­si realtà impor­tante per il Nord Italia e non per­ché le volon­tà sono spas­modica­mente tese a questo tra­guar­do, quan­to piut­tosto per­ché è nel­l’or­dine delle cose: Verona è prossi­ma alla sat­u­razione, Berg­amo pure, Malpen­sa… meglio sten­dere un velo. La scommes­sa del­la Ryanair, tar­iffe strac­ciate a parte, tiene con­to di questi pre­sup­posti e del baci­no d’utenza, come ha ril­e­va­to il sales man­ag­er del­la com­pag­nia, Michael O’Leary (bril­lante­mente in maniche di cam­i­cia e jeans) baci­no che tiene in con­to Bres­cia, non meno delle cit­tà vicine e di un’area vas­ta che, nel tem­po, potrà usufruire dell’aeroporto del Gar­da come pun­to sicuro, como­do, a por­ta­ta. La breve con­feren­za stam­pa ha dato spazio agli inter­ven­ti uffi­ciali del pres­i­dente del­la Comu­nità mon­tana del Gar­da, Mau­ro Bianchi, al pres­i­dente dell’Ascom, Fer­ruc­cio Rossi Thie­len e all’assessore al tur­is­mo del­la Provin­cia di Bres­cia, , tut­ti tesi, oltre che ai ringrazi­a­men­ti, all’apologia del ed alle sonore pos­si­bil­ità tur­is­tiche del­la provin­cia bres­ciana. Di sguin­cio ci pote­va stare anche un cen­no al fat­to che Bres­cia è la terza provin­cia indus­tri­ale d’Italia e la pri­ma nel set­tore agri­co­lo. Una dimen­ti­can­za. Poi l’intervento del diret­tore ven­dite del­la Ryanair, O’Leary. Questo il suc­co: da Bres­cia la com­pag­nia prevede di trasportare, nel 2000, 140mila passeg­geri ver­so Lon­dra. Due i voli gior­nalieri. Il 70% dei posti offer­ti a tar­iffe ridotte. Dal 29 giun­go al 15 luglio a 99mila lire, preno­tazioni dal 3 al 15 mag­gio. Si viag­gia tut­ti i giorni sal­vo ven­erdì e domeni­ca. E in segui­to? E’ sta­to chiesto: la com­pag­nia — paro­la di O’Leary — ha sem­pre ridot­to i costi e mai è anda­ta ver­so una loro risali­ta. Bigli­et­ti in ven­di­ta nelle agen­zie, ma soprat­tut­to, con comod­ità, attra­ver­so Inter­net. Sito: www.ryanair.com. Già ora le preno­tazioni via Inter­net toc­cano le 50mila alla set­ti­mana. La Ryanair è la più grande com­pag­nia aerea d’Europa a tar­iffe basse. Van­ta 45 rotte, in 11 Pae­si e trasporta annual­mente 7,5 mil­ioni di passeg­geri. È al dec­i­mo anno di cresci­ta con alti mar­gi­ni e al quindices­i­mo di oper­a­tiv­ità sicu­ra. I voli sono tut­ti con jet Boe­ing 737–800. Atter­rag­gio, come si è fat­to cen­no, all’aeroporto londi­nese di Stanst­ed col­le­ga­to con un comodis­si­mo treno al cuore del­la cap­i­tale alla tar­if­fa dimez­za­ta di 11 ster­line, anda­ta e ritorno, con­tro le 22 del­la tar­if­fa nor­male. L’agevolazione è sta­ta con­cor­da­ta dal­la stes­sa Ryanair che offre anche la facil­i­tazione di acquistare il bigli­et­to del treno a bor­do dell’aereo. I treni han­no caden­za ravvi­c­i­na­ta per cui l’attesa è prati­ca­mente nul­la. Si rag­giunge Lon­dra in 40 minu­ti. Ryanair opera anche dagli aero­por­ti di Alghero e Lamezia Terme. In Fran­cia da Nimes; in Ger­ma­nia da Ambur­go (Lubec­ca); in Svezia da Malmö e in Irlan­da da Shan­non. Non res­ta che preno­tare e volare. Sem­plice no? Egidio Bonomi

Parole chiave: