Lo scalo «Gabriele D’Annunzio» di Montichiari, controllato dal «Valerio Catullo» di Verona, riprenderà quota

«Montichiari riprenderà quota Avremo i 300mila passeggeri previsti»

24/03/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
C. Cas.

Lo sca­lo «» di Mon­tichiari, con­trol­la­to dal «» di Verona, ripren­derà quo­ta. Ne è con­vin­to l’assessore provin­ciale ai Trasporti, Vig­ilio Bet­tin­soli, sebbene solo pochi giorni fa la com­pag­nia , uni­co gestore dei voli nazion­ali, abbia annun­ci­a­to che da domani non vol­erà più dal­lo sca­lo bres­ciano. «Non c’è dub­bio: il tra­guar­do dei 300 mila passeg­geri fis­sato per il 2001 — dice Bet­tin­soli — rimane alla por­ta­ta del­lo sca­lo bres­ciano, nonos­tante le dif­fi­coltà emerse in questi ulti­mi giorni con la deci­sione di Air Dolomi­ti: una scelta fran­ca­mente dif­fi­cile da com­pren­dere, con­sid­er­a­to che il volo è molto appetibile e gli aerei sono sem­pre al com­ple­to». Per rilan­cia­re il «D’Annunzio», sec­on­do l’assessore, ser­vono due oper­azioni. «In pri­mo luo­go è nec­es­sario trovare un’altra com­pag­nia che assi­curi i voli per la cap­i­tale. Su questo fronte il Cat­ul­lo di Verona è in trat­ta­ti­va con la com­pag­nia Volare: la soluzione dovrebbe mat­u­rare nel breve peri­o­do, me lo ha assi­cu­ra­to il pres­i­dente del­lo sca­lo veronese, Fer­di­nan­do San­son. Inoltre è tem­po che ven­ga final­mente cos­ti­tui­ta la soci­età ad hoc per la ges­tione di Mon­tichiari. È già sta­to per­so trop­po tem­po». Sul «D’Annunzio» con­tin­ua ad inve­stire anche il sin­da­ca­to di cat­e­go­ria, che tut­tavia si tro­va ora a dover affrontare una situ­azione di emer­gen­za. «I ver­ti­ci del­lo sca­lo han­no con­fer­ma­to che la perdi­ta dei voli per Roma non avrà riper­cus­sioni sui 35 addet­ti dell’aeroporto — spie­ga Clau­dio Lonati, seg­re­tario gen­erale del sin­da­ca­to trasporti del­la Cisl di Bres­cia -. Mer­coledì, durante un’assemblea, provved­er­e­mo comunque a sti­lare un piano ferie mira­to, che ten­ga con­to del­la ridot­ta oper­a­tiv­ità del­la strut­tura. Mon­tichiari ha gran­di pos­si­bil­ità, è uno sca­lo strate­gi­co. Ora è giun­to il momen­to che il Cat­ul­lo smet­ta di con­sid­er­ar­lo la sua ruo­ta di scorta».