I programmi e le novità del «D’Annunzio»: tra i nuovi voli Mikonos, Santorini e Capo Verde Per Lampedusa e Pantelleria cambia la compagnia aerea

Montichiari, rotta sull’Atlantico

30/04/2003 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Francesco Di Chiara

«La nuo­va sta­gione». È la scrit­ta del grande cartel­lo alle spalle del tavo­lo pres­i­den­ziale, sopra la sala imbarchi dell’aeroporto «D’Annunzio» di Mon­tichiari, dove si è svol­ta la con­feren­za stam­pa con cui sono state pre­sen­tate le novità del­lo sca­lo. Uno slo­gan più che mai d’attualità dopo l’incredibile odis­sea — per­al­tro dovu­ta nè ai respon­s­abili dell’aeroporto nè ai tour oper­a­tor — dei passeg­geri dei voli da e per Lampe­dusa e Pan­tel­le­ria. A questo propos­i­to Tourgest e Nex­um, i tour oper­a­tor spe­cial­iz­za­ti nei col­lega­men­ti con Lampe­dusa e Pan­tel­le­ria, las­ciano Pan Air, la com­pag­nia colpev­ole dei dis­a­gi dei giorni scor­si e che per­al­tro ieri ha sospe­so i voli di lin­ea e i char­ter per le isole minori. D’ora in poi si affider­an­no alla bres­ciana Club Air, che ha avu­to una parte ril­e­vante nel risol­vere l’incredibile situ­azione ver­i­fi­cat­a­si lo scor­so week end. Ma a Mon­tichiari è tem­po di novità. Prime fra tutte il rad­doppio del­la rot­ta gior­naliera Bres­cia-Lon­dra con , che a par­tire da domani aggiungerà il volo di mez­zo­giorno a quel­lo delle 10 di sera, oper­a­ti­vo da sei mesi: «Questo è il seg­no del­la fedeltà dimostrat­aci dai passeg­geri del­lo sca­lo bres­ciano — han­no det­to Paul Fotzsim­mons e Peter Sher­rard, respon­s­abile del­la comu­ni­cazione e diret­tore com­mer­ciale del­la com­pag­nia aerea irlan­dese -: i viag­gia­tori ven­gono pre­miati con uno scon­to di 10 euro per chi preno­ta via inter­net entro la mez­zan­otte del pri­mo mag­gio». Ma le novità di ques­ta «nuo­va sta­gione» con­tin­u­ano anche per quan­to riguar­da i voli char­ter per le local­ità di vacan­za e per l’organizzazione dell’aeroporto per quan­to con­cerne i suoi obbi­et­tivi di trasporto mer­ci. «Abbi­amo per­fezion­a­to un’intesa con il Grup­po Ven­taglio, di cui fan­no parte il tour oper­a­tor leader nazionale nel seg­men­to dei vil­lag­gi vacanze e le com­pag­nie aeree Lau­da Air e Liv­ing­stone — ha sot­to­lin­eato il cav­a­lier Ugo Gus­sal­li Beretta, pres­i­dente del D’Annunzio -. Nel peri­o­do mag­gio-otto­bre da Mon­tichiari decoller­an­no 84 voli per le isole greche di Mikonos e San­tori­ni e per la local­ità egiziana di Sharm El Sheik sul Mar Rosso e dell’isola atlanti­ca di Capo Verde, con un traf­fi­co passeg­geri sti­ma­to di oltre 17 mila per­sone». Luciano Di Fazio, pres­i­dente di Lau­da Air e con­sigliere di ammin­is­trazione del Grup­po Ven­taglio, ha aggiun­to che «l’intesa com­prende l’intero sis­tema aero­por­tuale del Gar­da, di cui fan­no parte sia Verona-Vil­lafran­ca che Bres­cia-Mon­tichiari e prevede una col­lab­o­razione strate­gi­ca a largo rag­gio: dal mar­ket­ing alla comu­ni­cazione, dalle pub­bliche relazioni alla ven­di­ta al det­taglio. Dai due scali quest’estate par­ti­ran­no ben 160 voli». Entro fine anno queste nuove rotte porter­an­no a quo­ta 350.000 i passeg­geri in tran­si­to al D’Annunzio, con un incre­men­to di cir­ca il 17 per cen­to rispet­to al 2002. La Gan­dalf Air­lines con­tin­uerà con i suoi 4 voli gior­nalieri su Roma Fiu­mi­ci­no e sta med­i­tan­do di fare di Mon­tichiari la base del­la sua flot­ta. Per quan­to riguar­da le strut­ture aero­por­tu­ali è sta­to annun­ci­a­to che entro il prossi­mo inver­no saran­no com­ple­tati i lavori di costruzione del nuo­vo «Car­go build­ing» da 80 mila ton­nel­late. La spe­sa: 3 mil­ioni di euro. Entro il 2005 il D’Annunzio otter­rà l’omologazione nel­la cat­e­go­ria III (con un esbor­so di 3,3 mil­ioni di euro), che con­sen­tirà di uti­liz­zare lo sca­lo anche in con­dizione di bas­sa vis­i­bil­ità, fino a 75 metri. Sod­dis­fat­to dei risul­tati rag­giun­ti il pres­i­dente del­la Cat­ul­lo spa, Ful­vio Cav­al­leri, che detiene l’85 per cen­to delle azioni nel­la D’Annunzio spa. «Abbi­amo vin­to una sfi­da che 4 anni fa sem­bra­va impos­si­bile: ringrazio tut­ti gli enti, i soci e le isti­tuzioni che han­no forte­mente volu­to questo pro­gres­so e le com­pag­nie aeree, prime fra tutte la Ryanair, che han­no cre­du­to nel nos­tro prog­et­to». Cav­al­leri ha ricorda­to il lavoro per avere la con­ces­sione aero­por­tuale per 40 anni: «Anche Verona e Bres­cia sono in liz­za». Alber­to Cav­al­li, pres­i­dente del­la Provin­cia di Bres­cia (che con­di­vide con la Cam­era di Com­mer­cio il 15 per cen­to del­la D’Annunzio), ha assi­cu­ra­to che lo sca­lo «rag­giungerà il mez­zo mil­ione di passeg­geri entro il 2006». Durante la con­feren­za nes­sun accen­no ai gravi ritar­di subiti nel­lo scor­so week end dai passeg­geri sul­la rot­ta Mon­tichiari-Pan­tel­le­ria-Lampe­dusa e vicev­er­sa. Il pas­sato è pas­sato. Ormai per il D’Annunzio si è aper­ta una «nuo­va sta­gione».

Parole chiave: