Ogni tanto il nostro passato riaffiora con scoperte di fatti o cose importanti, ma qualche volta anche di piccole, simpatiche cose.

Monzambano, ritrovata una locandina teatrale risalente a 100 anni fa

03/11/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Silvio Stefanoni Silvio Stefanoni

Ogni tan­to il nos­tro pas­sato riaf­fio­ra con scop­erte di fat­ti o cose impor­tan­ti, ma qualche vol­ta anche di pic­cole, sim­patiche cose.Paolo Sac­co­man, inseg­nante in pen­sione stu­dioso del pas­sato reli­gioso di Mon­zam­bano, ci fa vedere una locan­d­i­na scop­er­ta tra le cose antiche del­la famiglia Paset­ti-Barana di Guidiz­zo­lo (famiglia del­la moglie di Saccoman).La locan­d­i­na ha com­pi­u­to i 100 anni mer­coledì 24 otto­bre (100 anni fa era un giovedì) e par­la di una ser­a­ta d’onore al Teatro Sociale di Guidiz­zo­lo in onore del­la Pri­ma Don­na di Can­to Sig. Maria Gri­foni e del bril­lante Sig. P. Gri­foni. I due fan­no parte di una Com­pag­nia di Prosa e Can­to diret­ta dal­lo stes­so P. Gri­foni. Nel­la ser­a­ta che sec­on­do la locan­d­i­na inizierà alle ore 19.30 (ma sul­la locan­d­i­na c’è un 7 poi un uno e un due divisi tra loro da una bar­ra), vedrà la rap­p­re­sen­tazione di una Com­me­dia in tre atti: “La Zia di Car­lo” e a seguire la pri­ma rap­p­re­sen­tazione di una operetta in un atto e sei quadri: “Gran Via”. Par­ti­co­lare sin­go­lare: tra i dieci attori che inter­pre­tano la com­me­dia ben quat­tro han­no lo stes­so cog­nome: A. Cur­si, I. Cur­si, S. Cur­si, V. Cursi.