Mostra dei “100 presepi” nella chiesa di Sant’Antonio a Lonato del Garda

Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Con queste parole del presidente Comitato organizzatore Fabio Terraroli si è inaugurata la Mostra dei 100 presepi allestita presso la Chiesa di Sant’Antonio di Lonato del Garda.

Benvenuti all’inaugurazione della mostra “100 Presepi”. Di solito introduciamo l’evento senza tanti discorsi ma quest’anno mi sento proprio in dovere di dire alcune cose:  siamo all’ottavo anno; quando pensammo a questa manifestazione l’intento era di proporre un buon motivo per attirare la gente e l’attenzione su questa chiesa. L’idea di un grande presepio fu scartata presto perché non avevamo né materiale né tempo a sufficienza così pensammo appunto di raccogliere un po’ di presepi tra di noi, tra gli amici e tra la gente che ne metteva a disposizione. Al contempo il secondo obbiettivo era di rilanciare la buona pratica del presepio ricca di significato, di fede e di poesia che risale ai tempi di San Francesco. Certo non sarà solo merito nostro ma ci pare che quest’anno anche il secondo obbiettivo sia stato centrato in pieno: come sapete e come vedete la mostra gode di buona salute ma quest’anno siamo riusciti finalmente a portare qui in un’unica visita anche il Presepe vivente di San Tommaso, bellissimo ma fermo da alcuni anni. Poi l’iniziativa della Pro Loco che, prendendo in prestito il nostro nome, ha organizzato “100 presepi nelle vie del centro” coinvolgendo molti commercianti e privati. Pur essendo alla prima edizione l’iniziativa ha ricevuto molti consensi e visitatori. Pertanto non possiamo che essere soddisfatti e orgogliosi per le nuove iniziative che vedono il presepio umile ma significativo protagonista. Sul vero significato del Presepio non vi voglio tediare ma permettetemi di leggere solo alcune brevi annotazioni tratte dal quaderno che dal primo anno abbiamo lasciato a disposizione del pubblico; tra i vari commenti che esprimono la preferenza per l’uno o per l’altro o che appongono la semplice firma abbiamo tratto i seguenti (anche i varie lingue):

  • Complimenti, è stata una idea bellissima, speriamo si ripeta ancora; i Presepi sono tanto belli.
  • È stato bello visitare la chiesa di Sant’Antonio con tanti presepi di tanti paesi che possono portare pace a tutti.
  • Grazie, mi avete riscaldato il cuore.
  • È sempre un bel momento venire qui a Natale. Ormai è diventata una tradizione.
  • Una rassegna di presepi veramente unica, complimenti agli autori dei presepi e agli organizzatori. (Milano)
  • Presepi veramente molto belli, mi sono commossa.
  • Sono felice di essere lonatese grazie anche a voi.

Al termine alcuni doverosi ringraziamenti:

i miei soci Amici della chiesa di Sant’Antonio, organizzatori della mostra: Roberto, Ottavio, Alberto, Angelo, Claudio, Marco ma anche Pino custode della chiesa.

Gruppo Artiglieri: Bruno e Angelo che, oltre a dare una mano per l’allestimento della mostra, hanno ideato e allestito il presepio nella barca dei profughi.

Graziano Lorenzini che ha fornito e allestito il grande presepio all’ingresso.

La Parrocchia di Lonato che da sempre sostiene l’iniziativa, in particolare don Osvaldo che ha suggerito di esporre il grande quadro settecentesco della Natività del Cignaroli.

L’Amministrazione del Comune di Lonato che patrocina e collabora alla manifestazione; salutiamo le autorità intervenute all’inaugurazione: gli Assessori Nicola Bianchi e Christian Simonetti, il Sindaco dott. Roberto Tardani.

Gli amici di San Tommaso aiutati dal Gruppo Alpini per l’allestimento del Presepio vivente che visiteremo da domani.

Infine il Coro delle voci bianche diretto da Donatella Gallerini che allieta l’appuntamento di oggi e che, con le sue magiche voci alle prime note che intonerà, darà il via ufficiale al clima natalizio.

Commenti

commenti