La fiera turistica da giovedì prossimo per quattro giorni nei 50 stand allestiti sul lungolago Regina Adelaide. Offerte di itinerari, informazioni e materiale tecnico per appassionati

Mountain bike, nasce l’Expo

24/09/2004 in Attualità
Parole chiave: - - -
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

La neces­sità di diver­si­fi­care l’offerta tur­is­ti­ca, di creare nuove nic­chie di mer­ca­to ha spin­to il Comune a varare la pri­ma fiera inter­nazionale dei per­cor­si in bike. La rasseg­na aprirà i bat­ten­ti giovedì e per quat­tro giorni sarà pos­si­bile trovare in una cinquan­ti­na di stand, allesti­ti sul lun­go­la­go Regi­na Ade­laide, mate­ri­ale tec­ni­co lega­to alla moun­tain bike ma soprat­tut­to infor­mazioni e offerte d’itinerari per le due ruote pro­posti da enti, asso­ci­azioni e con­sorzi in rap­p­re­sen­tan­za di regioni come il Trenti­no Alto Adi­ge, l’Emilia Romagna, la Puglia e il Vene­to. Nutri­ta anche la parte­ci­pazione straniera con spazi espos­i­tivi e incon­tri allesti­ti da tour oper­a­tor e gior­nal­isti del set­tore tur­is­ti­co prove­ni­en­ti da Ger­ma­nia, Olan­da, Polo­nia, Fran­cia e Aus­tria. L’evento, che ben­e­fi­cia del con­trib­u­to eco­nom­i­co del­la e del­la Ban­ca Popo­lare di Verona, è sta­to pre­sen­ta­to ieri mat­ti­na in sala con­sil­iare. «Di fiere che si occu­pano di bici­clette in gen­erale ne esistono molte, ma di rasseg­ne che pub­bli­ciz­zano itin­er­ari per la moun­tain bike ce ne sono gran poche in Italia», ha affer­ma­to il sin­da­co Davide Bendinel­li. «Abbi­amo scel­to questo peri­o­do per ovvi motivi, col­le­ga­bili ai Mon­di­ali di ciclis­mo, vet­ri­na inter­nazionale che ci auguri­amo pos­sa di rif­lesso pro­muo­vere la Gar­da Bike ». Il pri­mo cit­tadi­no non ha nascos­to il forte impeg­no eco­nom­i­co per la real­iz­zazione di una man­i­fes­tazione des­ti­na­ta a diventare negli anni un appun­ta­men­to fis­so da real­iz­zare in pri­mav­era, in coin­ci­den­za con la Gran Fon­do Pao­la Pez­zo, gara inter­nazionale che a Gar­da richia­ma migli­a­ia di appas­sion­ati del­la Mb. «Se siamo rius­ci­ti a portare in por­to la fiera è gra­zie all’aiuto del­la Regione e del­la Ban­ca Popo­lare», ha rimar­ca­to Bendinel­li pri­ma di cedere la paro­la all’assessore regionale allo sport Mas­si­mo Gior­get­ti. «Per noi non è sta­to dif­fi­cile accettare ques­ta pro­pos­ta, che cade a pen­nel­lo tra le inizia­tive delle Regione. Nel piano tri­en­nale per lo sport abbi­amo volu­to incen­ti­vare le inizia­tive che si svol­go­no all’aperto e con­sentono a tut­ti una sana prat­i­ca sporti­va. Si par­la tan­to di fare sis­tema, di attuare sin­ergie: cre­do che la Gar­da Expo mer­i­ti ques­ta unione di forze per­ché si pone come pro­pos­ta in gra­do di svilup­pare nuovi seg­men­ti tur­is­ti­ci», ha con­clu­so Gior­get­ti. «Il nos­tro isti­tu­to di cred­i­to è da sem­pre rad­i­ca­to sul ter­ri­to­rio e per­tan­to non pote­va rimanere insen­si­bile al cospet­to di una man­i­fes­tazione che ha lo scopo di val­oriz­zare ancor più un’area impor­tante com’è quel­la garde­sana», ha a sua vol­ta rimar­ca­to Mar­co Fer­ro, diret­tore comu­ni­cazione del­la Ban­ca Popo­lare di Verona e Novara. Tra la schiera di spon­sor del­la Gar­da Bike Expo figu­ra anche il con­sorzio funi­co­lare Mal­ce­sine Monte . «Ogni giorno trasporti­amo ai 1760 metri di Trat­to Spino cir­ca 200 moun­tain- bike a tes­ti­mo­ni­an­za del­la richi­es­ta per uno sport rad­i­ca­to sul ter­ri­to­rio. Cer­to si può aumentare, qual­i­f­i­can­do mag­a­ri la zona a monte del Bal­do», ha con­clu­so il pres­i­dente del­la funi­via Giuseppe Ven­turi­ni. All’incontro era­no pre­sen­ti anche gli asses­sori di Gar­da Giampao­lo Rossi, Ste­fano Fran­ca e Anto­nio Pasot­ti, e il diret­tore del Con­sorzio è? Enri­co Merenda.

Parole chiave: - - -