Il sindaco replica alle critiche della minoranza

Municipalizzata in regola

Di Luca Delpozzo
Germano Bignotti

«L’int.Dep.Cast. è sot­to con­trol­lo e i con­siglieri che inten­dono avere chiari­men­ti sia sug­li aspet­ti oper­a­tivi o ges­tion­ali non han­no che da pre­sentare richi­este uffi­ciali od inter­pel­lanze: il sin­da­co rispon­derà pronta­mente». Arturo Sig­urtà non ci sta al pal­leg­gio di dichiarazioni in mer­i­to alle pratiche che starebbe svol­gen­do la munic­i­pal­iz­za­ta del Comune.Pratiche che in questi giorni han­no scate­na­to le proteste delle forze di mino­ran­za. Il pri­mo cit­tadi­no, che sostiene di avere anche richiam­a­to il pres­i­dente Bel­luzzi per le sue dichiarazioni sul­la stam­pa, assi­cu­ra che l’azien­da si muove sot­to lo stret­to con­trol­lo del­la sua per­sona e del­la giun­ta: «E’ vero che i con­siglieri di ammin­is­trazione del­l’azien­da non com­pren­dono la mino­ran­za, tut­tavia pro­prio la mino­ran­za sa che io sono un libro aper­to e che, se ci sono delle cose che vogliono sapere non devono fare altro che chie­der­mele. Alle inter­pel­lanze in con­siglio comu­nale ho sem­pre rispos­to, cre­do, in maniera esauri­ente. Per quan­to riguar­da la nos­tra munic­i­pal­iz­za­ta, devo dire che il suo oper­a­to si sta svol­gen­do sot­to il con­trol­lo ed in lin­ea con quan­to pen­sa l’am­min­is­trazione. Ho richiam­a­to il pres­i­dente per le sue dichiarazioni: riten­go che, nonos­tante tut­to, non deb­ba scen­dere in polemiche politiche, ma pen­sare ad ammin­is­trare l’azien­da nel modo migliore».Relativamente alle dichiarazioni rese nei giorni scor­si, quan­do ave­va par­la­to di rospi da ingoiare, il sin­da­co pre­cisa i ter­mi­ni di quan­to ave­va scrit­to: «Ho sem­pre det­to che la mag­gio­ran­za di cui sono a capo è molto etero­ge­nea ed ha com­po­nen­ti politiche diverse. Non è cer­ta­mente facile far­le sem­pre com­ba­cia­re e quin­di suc­ce­dono delle situ­azioni in cui il sin­da­co deve accettare delle scelte, anche se non le con­di­vide­va a fon­do. Sono comunque due i coman­da­men­ti del­la mia leg­is­latu­ra. Il pri­mo è che asso­lu­ta­mente non accet­to rib­al­toni, anche se è bene accet­to l’ap­por­to del­la mino­ran­za: il noc­ci­o­lo duro di ques­ta coal­izione deve rimanere sem­pre lo stes­so. Il sec­on­do è che, visti i dan­ni che può portare una ges­tione com­mis­sar­i­ale, bisogna fare tut­to il pos­si­bile per portare a ter­mine la legislatura».