Aperti per ferie museo e tesori di Ugo da Como

Musei da vedere

18/08/2004 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Gra­zie ai volon­tari dell’«Associazione ami­ci del­la », la sug­ges­ti­va Roc­ca di Lona­to con­tin­uerà ad essere aper­ta alle per tut­to agos­to. Ma, uni­ta­mente al castel­lo, l’offerta tur­is­ti­ca si allarga anche al civi­co orni­to­logi­co con i suoi 350 esem­plari di volatili impagliati rac­colti da Gus­ta­vo Adol­fo Car­lot­to all’inizio del ’900 e alla per­la dell’intero com­p­lesso, la Casa del Podestà. Per il pres­i­dente dell’associazione, Gian­car­lo Pio­nna, c’è grande sod­dis­fazione per il lavoro svolto e per la parte­ci­pazione (oltre 500 per­sone in due sole ser­ate) di pub­bli­co allo spet­ta­co­lo teatrale «Lui e il bar­baro sig­nore di Venezia». «Era la nos­tra pro­pos­ta all’interno di «Lona­to Fes­ti­val» — ha dichiara­to il pres­i­dente -. Il risul­ta­to davvero incor­ag­giante può per­me­t­ter­ci di pen­sare ad altri spet­ta­coli per la prossi­ma sta­gione esti­va che sfrut­ti­no al meglio la cor­nice del­la roc­ca». La visi­ta alla Casa del Podestà è, invece, del tut­to rin­no­va­ta ed ampli­a­ta, e con­sente ora di accedere al piano supe­ri­ore di quel­la che un tem­po fu la dimo­ra dei coni­u­gi Da Como, con la pos­si­bil­ità di osser­vare le camere da let­to e gli stu­di­oli, ambi­en­ti inti­mi e ris­er­vati di grande fas­ci­no, arric­chi­ti da arre­di d’epoca e volu­mi preziosi. Il com­p­lesso mon­u­men­tale del­la Fon­dazione Ugo da Como cos­ti­tu­isce una delle mete delle «Vie dell’arte» uni­ta­mente a San­ta Giu­lia e al Vit­to­ri­ale. Sul­la col­li­na moreni­ca del­la Rova venne eretta, ver­so il mille, l’imponente roc­ca, poi ricostru­i­ta nel sec­o­lo XIV dai Vis­con­ti che qui ebbero uno strate­gi­co balu­ar­do difen­si­vo. Ugo da Como acquistò questo stra­or­di­nario sito nel 1920, dal­la nobile famiglia Raf­fa Sivieri, pagan­do­lo 50 mila Lire. Al Sen­a­tore bres­ciano si devono una serie di lavori di restau­ro, volti alla sal­va­guardia dell’edificio, riconosci­u­to mon­u­men­to nazionale nel 1912. Gli orari per la Casa del Podestà sono: da lunedì alla domeni­ca, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. La roc­ca e il museo orni­to­logi­co (la visi­ta è com­pre­sa nel prez­zo), da mart­edì alla domeni­ca dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.