Domenica 21 luglio alle ore 16

Visita guidata Rocca di Manerba dall’età del Rame al Medioevo

Parole chiave:
Di Redazione

La cit­tà di Maner­ba del Gar­da offre nel suo par­co arche­o­logi­co diver­si con­testi che tes­ti­mo­ni­ano l’inse­di­a­men­to umano nel­la zona attra­ver­so i sec­oli, tra cui il sito del­la Roc­ca e del Sas­so, occu­pa­to dal­l’uo­mo dal peri­o­do tra 8000–5000 a.C. al XVI sec­o­lo; quel­lo del­la Pieve di San­ta Maria, sul quale sorsero dap­pri­ma strut­ture abi­ta­tive altome­dievali e poi l’ed­i­fi­cio reli­gioso; infine, quel­lo di local­ità S.Sivino, con i resti di un abi­ta­to palafit­ti­co­lo del­l’Età del Bron­zo che fa parte del pat­ri­mo­nio mon­di­ale del­l’UNESCO.

Nel par­co arche­o­logi­co il pub­bli­co ha la pos­si­bil­ità di osser­vare reper­ti prove­ni­en­ti da ricerche di super­fi­cie e da scavi strati­grafi­ci con­dot­ti nelle local­ità Sas­so, Riparo Valte­n­e­si, Roc­ca, Pieve e Gab­biano.
Questi man­u­fat­ti furono esposti per la pri­ma vol­ta nel 1972 in una mostra che offri­va i risul­tati delle ricerche arche­o­logiche del ter­ri­to­rio, e parte di questi diven­nero poi parte inte­grante del­l’alles­ti­men­to del Museo Civi­co Arche­o­logi­co del­la Valte­n­e­si.
Il per­cor­so espos­i­ti­vo del­l’alles­ti­men­to è topografi­co, ovvero pro­cede per con­testi inse­dia­tivi cir­co­scrit­ti, all’in­ter­no di cias­cuno dei quali si sono segui­te, dal peri­o­do più anti­co al più recente, diverse vicende storiche.

Nel museo e nel par­co del­la Roc­ca di Maner­ba si ter­rà domeni­ca 21 luglio una visi­ta gui­da­ta, dove ver­ran­no riper­corse le fasi storiche del sito dal­l’età del Rame al Medio­e­vo, attra­ver­so l’osser­vazione dei reper­ti degli scavi arche­o­logi­ci delle aree pri­ma citate.
Il ritro­vo è alle ore 16 pres­so il parcheg­gio libero del Museo del­la Roc­ca di Maner­ba, da cui poi avrà avvio l’itin­er­ario vero e pro­prio del­la visi­ta.
Dal museo si pros­egue sal­en­do a pie­di alla Roc­ca e vis­i­tan­do il sito arche­o­logi­co.
Accom­pa­g­n­er­an­no il pub­bli­co durante la visi­ta guide tur­is­tiche abil­i­tate alla pro­fes­sione e arche­ologhe, che esporran­no in lin­gua ital­iana.
La quo­ta di parte­ci­pazione è di cinque euro, e sono richi­esti un min­i­mo di 15 parte­ci­pan­ti.
La preno­tazione è nec­es­saria almeno cinque giorni pri­ma, e sarà pos­si­bile effet­tuar­la chia­man­do il numero 339 6137247 o man­dan­do un’e­mail all’ind­i­riz­zo museodimanerba@libero.it

Parole chiave: