Fino a domneica in piazza Garibaldi

Musica, balli e sport: Capolaterra è pronta per la festa dell’anitra

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

A Desen­zano sta per tornare l’an­ti­ca e popo­lare «fes­ta del­l’an­i­tra». Tut­to è pron­to in piaz­za Garibal­di, cuore del­l’an­ti­co quartiere Cap­o­later­ra, dove la rasseg­na si svol­gerà da domani a domeni­ca. L’or­ga­niz­zazione è del­la par­roc­chia di San Gio­van­ni Lavo­ra­tore, patro­ci­na­ta dal­l’asses­so­ra­to al Tur­is­mo. Gli ingre­di­en­ti sono i soli­ti: musi­ca, giochi e gas­trono­mia e tan­to buon umore per ricor­dare nel­la maniera più deg­na e felice San Gio­van­ni, il patrono di Capolaterra.L’atteso appun­ta­men­to, una tradizione ultra­con­sol­i­da­ta per gli abi­tan­ti del quartiere desen­zanese, rap­p­re­sen­ta per tut­ti un momen­to di gioiosa aggregazione, un’oc­ca­sione uni­ca e piacev­ole per rivedere ami­ci e conoscen­ti per una salutare chiacchierata.Capolaterra si tro­va nel­la zona alta di Desen­zano. E in questi giorni tut­ti gli abi­tan­ti si stan­no prodi­gan­do per­ché i tré giorni di fes­ta siano orga­niz­za­ti nel migliore dei modi. La popo­lare man­i­fes­tazione, che è tut­ta desen­zanese, richia­ma ogni anno gente anche dalle province lim­itrofe e nat­u­ral­mente anche molti turisti.Ricco come sem­pre il pro­gram­ma che prevede il quin­to con­cor­so per le vetrine di Cap­o­later­ra: un pre­mio spe­ciale sarà ris­er­va­to alla migliore allesti­ta in tema con la festa.La fes­ta del­l’an­i­tra, come det­to, inizia domani ven­erdì alle 21 all’in­seg­na del­la musi­ca: pre­vis­to il con­cer­to del­la ban­da cit­tad­i­na diret­ta dal mae­stro Mas­si­mo Pen­nati. Si pros­egue saba­to alle 14 con il tor­neo ded­i­ca­to di mini-bali alla memo­ria di Mau­r­izio Man­frin; con­tem­po­ranea­mente parte il tor­neo di boc­ce, pri­mo tro­feo «Don Dino Visen­ti­ni», che si tiene ai campi del «Cir­col­i­no» (per le iscrizioni riv­ol­ger­si alle rispet­tive soci­età); alle 17 giochi per gran­di e pic­ci­ni e alle 19 stand gas­tro­nom­i­co con pri­mi piat­ti e grigli­ate. In ser­a­ta, dopo lo sport e una salutare man­gia­ta, si tor­na alla musi­ca. Alle 21 bal­lo lis­cio con l’orches­tra «Mon­di­ni» e «End in piaz­za», ris­er­va­to ai giovani.Domenica alle 10 finale del tor­neo di mini­ball, alle 17 giochi per gran­di e pic­ci­ni, segui­ti dalle pre­mi­azione del tor­neo di mini­ball (ore 18); alle 19 stand gas­tro­nom­i­co con pri­mi piat­ti e grigli­ate, annaf­fiati con doc nos­tra­no: Grop­pel­lo, Chiaret­to, Lugana. Alle 21 c’è la pre­mi­azione del tor­neo di boc­ce e ser­a­ta di bal­lo lis­cio con «Tita Bel­tra­mi». Per tut­ta la dura­ta del­la fes­ta ci sarà una pesca di benef­i­cen­za con pre­mi molto ricchi.La fes­ta del­l’an­i­tra trae orig­ine da un fat­to real­mente accadu­to e l’u­san­za si è pro­trat­ta negli anni, fino all’ul­ti­mo dopoguer­ra. I con­ta­di­ni a quel tem­po, loro mal­gra­do e a mal­in­cuore, dove­vano ren­dere omag­gio al padrone, por­tan­dogli in dono, appun­to, la più bel­la ani­tra del recin­to. Una tradizione che anco­ra oggi viene ricor­da­ta con ques­ta fes­ta. For­tu­nata­mente quei tem­pi duri sono fini­ti: l’e­cono­mia desen­zanese si è trasfor­ma­ta da agri­co­la a turistica.La fes­ta di San Gio­van­ni oggi si rin­no­va quin­di sen­za il sac­ri­fi­cio del­l’an­i­tra. E con tan­ta alle­gria, che con­ta­gia tut­ti gli abi­tan­ti del quartiere desen­zanese di Cap­o­later­ra. I prepar­a­tivi sono in fase di ulti­mazione. Domani sera il sospi­ra­to via alle danze.

Parole chiave: -

Commenti

commenti