Musica e solidarietà: Jerry Calà sul lago di Garda per il Centro Aiuto alla Vita

Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Una ser­a­ta di benef­i­cen­za a favore del CAV, Cen­tro di Aiu­to alla Vita di Desen­zano del Gar­da, è in pro­gram­ma mer­coledì 2 Set­tem­bre al Ses­ti­no Beach, locale sit­u­a­to in local­ità Riv­oltel­la, in via Agel­lo 41/a. L’inizia­ti­va di sol­i­da­ri­età si deve a Jer­ry Calà e al Ses­ti­no Beach, gesti­to da Yudi Bueno con l’aiu­to di Ottavio Fer­ri e Puc­cio Gal­lo.
La ser­a­ta si con­cen­tr­erà sul Live Show del noto attore e musicista Jer­ry Calà. Nel cor­so del­la ser­a­ta vi sarà, inoltre, un breve Flash Moda di D‑Ross, mar­chio dis­tribuito da SGN Style. La cena sarà cura­ta dal­la Trat­to­ria Loda, di Peschiera del Gar­da, il dolce offer­to dall’ Agrige­la­te­ria sul­l’A­ia. I vini saran­no for­ni­ti per l’oc­ca­sione dalle aziende vini­cole Pasqua e Berluc­chi. L’in­cas­so del­la cena sarà devo­lu­to al CAV, Cen­tro di aiu­to alla Vita. Per info e preno­tazioni si può chia­mare il 329.2472452.
Il Cen­tro di Aiu­to alla Vita è un’as­so­ci­azione di volon­tari­a­to che opera sul ter­ri­to­rio dal 1988. Ha lo scopo di offrire aiu­ti con­creti alla mater­nità. L’im­peg­no pri­mario è la dife­sa del­la vita nascente. Aiutare una vita a nascere e aiutare un’al­tra vita, quel­la del­la madre, a non dire no a sé stes­sa e al pro­prio figlio, sono gli obi­et­tivi che cer­ca di real­iz­zare con il meto­do del­la con­di­vi­sione e del­la sol­i­da­ri­età conc­re­ta.

Il CAV offre, inoltre, ascolto, ami­cizia, sosteg­no e con­sulen­za alla don­na o alla cop­pia in dif­fi­coltà a causa di una gravi­dan­za; ospi­tal­ità per la mam­ma e il bam­bi­no; aiu­to nel­la ricer­ca del lavoro e del­l’al­log­gio; aiu­ti eco­nomi­ci e baby-sit­ting; beni di pri­ma neces­sità; inseg­na­men­to del­la lin­gua ital­iana.

Infine, tra le altre inizia­tive, nel 2013 ha pre­so il via l’inizia­ti­va del­l’or­to sociale “sem­i­ni­amoin­sieme”, che ha coin­volto in modo atti­vo uten­ti e volon­tari, e ha dato risul­tati sor­pren­den­ti, non solo per la pro­duzione, ma per la parte­ci­pazione, l’im­peg­no e le relazioni che si sono cre­ate.

Parole chiave: