Festa d’autunno: la musica d’autore si sposa alla tavola e alla solidarietà

Musica, enogastronomia e solidarietà

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Musi­ca, enogas­trono­mia e sol­i­da­ri­età: questi gli ingre­di­en­ti dell’iniziativa che ter­rà ban­co a Polpe­nazze nel­la ser­a­ta di domani ven­erdì 4 otto­bre. Una vera e pro­pria fes­ta d’autunno, fat­ta di sapori e di note, che nasce dall’inedita sin­er­gia di forze diverse: un grup­po di appas­sion­ati del paese, la par­roc­chia, e alcu­ni musicisti di gri­do, che han­no da qualche tem­po trova­to casa in Valte­n­e­si. Fenom­e­no quest’ultimo ormai ampia­mente con­sol­ida­to, vis­to che i nomi di gri­do del panora­ma musi­cale bres­ciano ad esser­si recen­te­mente trasfer­i­ti in quest’area sono davvero numerosi. Fra questi, anche due ses­sion-men di gri­do come San­dro Gibelli­ni, chi­tar­rista prefer­i­to di Mina, o come Fran­co Tes­ta, vis­to in pal­cosceni­co a fian­co di moltissi­mi numeri uno del­la musi­ca ital­iana. Saran­no loro i leader del super­grup­po che domani si esi­birà al cen­tro sporti­vo di Polpe­nazze in una sor­ta di ser­a­ta effi­cace­mente bat­tez­za­ta «enogas­tro­jazz­is­ti­ca»: musi­ca dal vivo, spe­cial­ità locali, vino Doc gli ingre­di­en­ti del menù. E il rica­va­to del­la ser­a­ta andrà tut­to nelle mani di don Rober­to, il par­ro­co di Polpe­nazze, che penserà a devolver­lo in benef­i­cen­za. «Le richi­este sono tante, ma ci stan­no par­ti­co­lar­mente a cuore le sor­ti di un orfan­otrofio in Sene­gal — spie­ga il par­ro­co -. Alla fine, pen­so che quan­to rac­coglier­e­mo da ques­ta fes­ta lo ind­i­rizzer­e­mo lag­giù. Spero a questo pun­to che la gente voglia parte­ci­pare numerosa, anche per pre­mi­are il lavoro di Mau­ro del Bar Cen­trale e degli altri ragazzi, che si ded­i­cano a queste inizia­tive ani­mati da aut­en­ti­ca pas­sione. In più, anche se non me ne inten­do, cre­do che la qual­ità dei musicisti ren­da la ser­a­ta un appun­ta­men­to davvero inter­es­sante». L’organico del «super­grup­po» che suon­erà a Polpe­nazze è com­ple­ta­to da una serie di altri jazz­isti e ses­sion-man d’eccellenza, conosciu­ti in tut­ta Italia ed anche oltre, come Dani­lo Rea, Rober­to Gat­to e Pietro Tono­lo. In pro­gram­ma una riv­is­i­tazione di stan­dard che lascerà come ovvio grande spazio all’improvvisazione delle sin­gole per­son­al­ità dei com­po­nen­ti. L’inizio del­la ser­a­ta è fis­sato per le 20.30: gli orga­niz­za­tori ricor­dano che il tut­to si ter­rà in ambi­ente cop­er­to e riscalda­to. La ser­a­ta, oltre che con la col­lab­o­razione del­la par­roc­chia, andrà in por­to gra­zie al sup­por­to dell’Unione Sporti­va Polpe­nazze, che già orga­niz­za con grande suc­ces­so il for­tu­na­to tor­neo not­turno di cal­cio, che è sen­za dub­bio la più impor­tante man­i­fes­tazione del genere nel­la nos­tra provin­cia..

Polpenazze del Garda
Parole chiave:

Commenti

commenti