Al via le iniziative dell’estate. Una bella carta della Pro loco con trenta itinerari

Musica, escursioni ma anche piatti tipici

15/06/2001 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
b.f.

Musi­ca, cul­tura, cuci­na ed escur­sioni. Sono gli «ingre­di­en­ti» dell’estate di Tremo­sine, che ven­gono pub­bli­ciz­za­ti in questi giorni (e non solo in paese) gra­zie alla pub­bli­cazione di una serie di opus­coli e, per gli aman­ti delle cam­mi­nate, di mappe sen­tieris­tiche. La bib­liote­ca, pre­siedu­ta da Mar­cel­lo Cobel­li, ripro­pone anche per l’estate la rasseg­na con­cer­tis­ti­ca «Itin­er­ari musi­cali a Tremo­sine», cura­ta dal diret­tore artis­ti­co Cesare Maf­fei. L’iniziativa è patro­ci­na­ta da Regione, Provin­cia, , Comu­nità mon­tana e Fon­do per l’ambiente ital­iano. Quest’anno gli appun­ta­men­ti con la musi­ca d’autore saran­no cinque, e toc­cher­an­no diverse frazioni del Comune. Si com­in­cia stasera alle 21 nel­la chiesa di San Bar­tolomeo, a Vesio, con un con­cer­to ded­i­ca­to alla scuo­la organ­is­ti­ca ital­iana tra Sei­cen­to e Otto­cen­to. All’organo Luca Scan­dali. Quin­di, il 31 luglio alle 21, «Il Lied roman­ti­co» (in San Gio­van­ni, alla Pieve) con Roset­ta Crosat­ti Sil­vestri e Andrea Rosa. L’11 agos­to alle 17, nell’eremo di San Michele, «Il Pri­mo Clas­si­cis­mo in musi­ca», con Cesare Maf­fei, Ste­fano Lonati e Valenti­na Pon­zoni. Il 31 agos­to alle 21, nel­la chiesa di Sant’Ercolano di Cam­pi­one, «I gran­di maestri del Baroc­co». La con­clu­sione il 9 set­tem­bre alle 21 alla Pieve, con «La Musi­ca popo­lare ital­iana del ’900», pro­pos­ta dal Coro Mon­tor­fano di Coccaglio. Ma al cal­en­dario musi­cale, dice­va­mo, si accoster­an­no altre pro­poste del­la Pro loco (0365–953185) gui­da­ta da Clau­dio Arrigh­i­ni. L’opuscolo «Tremo­sine a tavola», per esem­pio, descrive piat­ti tipi­ci e indi­ca i ris­toran­ti che li pro­pon­gono. E’ stam­pa­to in tre lingue, come la nuo­va car­ta dei sen­tieri, sem­pre del­la Pro loco: «Tremo­sine, passeg­giate ed escur­sioni», 30 per­cor­si stu­diati da Fran­co Ghitti.

Parole chiave: