Pierantonio Pelizzari è stato eletto nuovo presidente della Società, che vanta quasi 150 anni di storia. Tra le tante iniziative, anche l’adozione a distanza di una bimba africana

Mutuo soccorso, si cambia

25/05/2004 in Attualità
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo

Pieran­to­nio Peliz­zari è il nuo­vo pres­i­dente del­la «Soci­età mutuo soc­cor­so arti­giana e opera­ia» di Salò. Suben­tra a Dino Comi­ni, negoziante di calza­ture, che ha appe­so le… scarpe al chio­do. Gli altri com­po­nen­ti del diret­ti­vo sono Pierange­lo Del Man­ci­no, che ha ottenu­to un gran numero di con­sen­si (con­tin­uerà a occu­pare la car­i­ca di seg­re­tario), Anna Apol­lo­nio (vicepres­i­dente), Ser­gio Tonac­ci, Giuseppe Piot­ti, Vit­tori­no Apol­lo­nio, Calogero San­fil­ip­po, Ser­gio Sci­oli, Luanel­la Moli­nari, Lam­ber­to Don­dio, Bruno Scal­mana e Gio­van­ni Minel­li. Tre i nuovi: Sci­oli, San­fil­ip­po e Minel­li. Su 331 elet­tori, han­no vota­to in 214. «Mi sen­to oltremo­do ono­ra­to di essere sta­to scel­to — ha det­to Peliz­zari — quale suc­ces­sore del­l’am­i­co Dino Comi­ni, un per­son­ag­gio che con il con­trib­u­to del seg­re­tario Del Man­ci­no e del­l’in­tero diret­ti­vo ha saputo ridare nuo­va vital­ità alla nos­tra anti­ca asso­ci­azione, ele­van­do notevol­mente il numero degli iscrit­ti e apren­do anche alle donne. Super­fluo aggiun­gere che ci impeg­ner­e­mo al mas­si­mo per pros­eguire sul­la stra­da trac­cia­ta, cer­can­do di apportare i cam­bi­a­men­ti ritenu­ti utili affinché un grup­po come il nos­tro pos­sa risultare al pas­so con i tem­pi». Cre­a­ta nel 1859, la «Mutuo soc­cor­so» con­cede­va sus­si­di ai lavo­ra­tori ammalati o infor­tu­nati, si accolla­va metà del­l’onere delle vis­ite mediche, anda­va incon­tro alle famiglie in dif­fi­coltà. Allestì le scuole ser­ali gra­tu­ite per gli adul­ti (nel 1861), man­tenne l’is­ti­tu­to d’arte, appog­giò la nasci­ta del­l’asi­lo (1863), cos­ti­tuì la Ban­ca popo­lare di Salò (1869), la Coop­er­a­ti­va (1897) e l’U­nione di con­sumo (1906). Tra i pres­i­den­ti ono­rari Giuseppe Garibal­di, Giuseppe Zanardel­li e lo scul­tore Ange­lo Zanel­li, lo stes­so del bus­to di Gas­paro, del mon­u­men­to ai cadu­ti in piaz­za Vit­to­ria o, a Roma, di un fre­gio del­l’Altare del­la Patria. Con l’as­sis­ten­za san­i­taria pas­sa­ta a cari­co del­lo Sta­to, l’as­so­ci­azione ha per­so impor­tan­za, e vis­su­to un peri­o­do poco oper­oso, scen­den­do ad appe­na 50 soci. Dal 1 gen­naio ’94 la rinasci­ta, con un nuo­vo statu­to e l’aper­tu­ra alle donne. Abban­do­na­to l’or­mai anacro­nis­ti­co «con­trib­u­to» da con­cedere alle per­sone in dif­fi­coltà, si è aper­ta ver­so la comu­nità, dan­do una mano a varie inizia­tive. Diven­tan­do, insom­ma, quan­tomai vivace. Nel 2003, ad esem­pio, la Soci­età ha adot­ta­to a dis­tan­za una bam­bi­na africana, asseg­na­to borse di stu­dio e il pre­mio Zano­li (ris­er­va­to agli stu­den­ti delle supe­ri­ori), com­per­a­to e dis­tribuito lib­ri di sto­ria locale, orga­niz­za­to una rasseg­na di comme­die dialet­tali e una di carat­tere cul­tur­ale e gas­tro­nom­i­co («Salò, immag­i­ni e sapori»), allesti­to la Fes­ta di Carnevale, la sagra di fine estate in local­ità Bag­no­lo, la mostra fotografi­ca di vec­chie immag­i­ni di Salò in col­lab­o­razione con il Comune. Ha effet­tua­to gite in Valle d’Aos­ta, a San Mari­no, in bat­tel­lo sul lago (con l’Avis), al cen­tro vis­i­ta­tori del Par­co Alto Gar­da (a Pra­bione di Tig­nale) e alla limon­a­ia di Pra’ de la fam. La tessera di iscrizione dà inoltre dirit­to a una serie di scon­ti in negozi di otti­ca, orto­pe­dia, Poliambu­la­tori, sui bigli­et­ti di ingres­so al cin­e­ma-teatro Cristal, nelle librerie. La casa di pro­pri­età del­la «Mutuo soc­cor­so» nel­la Tre­san­da stor­ta è sta­ta recen­te­mente ampli­a­ta. I proven­ti degli affit­ti e delle quote dei soci ser­vono a finanziarie le varie inizia­tive. Come già rifer­i­to, nel cor­so del­la tradizionale assem­blea di aprile è sta­to con­fer­i­to il riconosci­men­to di socio ono­rario al pro­fes­sor Mario Viganò, del Poli­clin­i­co San Mat­teo di Pavia, un nome illus­tre del­la car­diochirur­gia, che ha vis­su­to a lun­go sul Gar­da (a Salò abi­tano anco­ra il fratel­lo e la mam­ma). Adesso la nom­i­na del nuo­vo pres­i­dente. Nel tem­po libero, Peliz­zari è un cine­op­er­a­tore di tal­en­to, nonchè big del­la Pro Loco, che orga­niz­za gli spet­ta­coli del­l’Es­tate musi­cale.

Sergio Zanca
Parole chiave: - -

Commenti

commenti