Pericoli maggiori i colpi di caldo diete errate e farmaci particolari. I consigli del medico per evitare pericoli durante la vacanza: «Accortezze igieniche, prudenza e soprattutto buon senso»

n tuffo nel lago senza sorprese

Di Luca Delpozzo

Estate, tem­po di tur­isti, di tintarel­la, sole e bag­ni al lago. Ma atten­zione a certe regole ele­men­tari trop­po spe­so trascu­rate, oppure la vacan­za può vol­gere davvero ver­so un brut­to epi­l­o­go. Paro­la di esper­to. È pro­prio di questi giorni ad esem­pio, la notizia del rin­ven­i­men­to del cada­v­ere di un tur­ista tedesco, che si era immer­so nelle acque anti­s­tan­ti il por­to di Tor­ri del Bena­co e che, purtrop­po come ormai imman­ca­bil­mente accade ogni estate a qualche sfor­tu­na­to, è mor­to pro­prio in fon­do al lago. Questo, ovvi­a­mente, è l’epi­l­o­go peg­giore di quan­to può accadere, ma le tan­to agog­nate ferie pos­sono essere rov­inate anche per molto meno, se non si osser­vano alcune regole di buon sen­so, come illus­tra il pres­i­dente del­l’Or­dine dei medici di Verona, dot­tor Pietro Mar­cel­lo Fazz­i­ni. «Sarà anche super­fluo ricor­dar­lo», spie­ga, «ma una buona vacan­za com­in­cia da un viag­gio in auto fat­to nelle migliori con­dizioni, e non cer­to incolon­nati nel­la calu­ra di questi giorni».