Napolitano si congratula con l’atleta campione Dorizzi

03/10/2014 in Attualità
Parole chiave:
Di Sergio Bazerla

Lazise. Dopo la gra­di­tis­si­ma let­tera del gov­er­na­tore del Vene­to Luca Zaia, a Daniele Dorizzi è giun­ta inaspet­ta­ta la let­tera del seg­re­tario del Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca Gio­van­ni Mat­te­oli.

Scrive il seg­re­tario del Pres­i­dente: ” Il Capo del­lo Sta­to desidera esprimer­le, mio tramite, il suo vivo apprez­za­men­to per i risul­tati di grande rilie­vo rag­giun­ti a Cra­covia, nel quadro di una espe­rien­za sporti­va che trasmette un forte mes­sag­gio sul val­ore del­la vita e sul sig­ni­fi­ca­to del­la don­azione degli organi, un mes­sag­gio che va sem­pre più sot­to­lin­eato, in par­ti­co­lar modo fra i gio­vani. Il liv­el­lo ago­nis­ti­co delle gare e delle man­i­fes­tazioni, oltre a tes­ti­mo­ni­are la valid­ità del trapianto, affer­ma il deside­rio degli atleti non solo di tornare alla vita nor­male, ma anche di eccellere.”

E davvero per Daniele Dorizzi è sta­to un ritorno alla vita nor­male ma soprat­tut­to una azione di eccel­len­za quel­la di agguantare la medaglia d’oro nei 5000 metri a Cra­covia.

Dire che sono rimas­to di stuc­co è dire poco ­ affer­ma com­mosso Dorizzi ­ per­ché pro­prio non me lo aspet­ta­vo. E’ arriva­ta a casa mia ­ con­tin­ua Dorizzi ­ come un ful­mine e mi ha col­pi­to davvero. Mi ha fol­go­ra­to. Mia mi sarei aspet­ta­to una atten­zione così del­i­ca­ta da parte del Capo del­lo Sta­to che ha davvero colto l’essen­za dei miei sen­ti­men­ti e il for­tis­si­mo mes­sag­gio che noi trapi­antati vogliamo lan­cia­re ai gio­vani nel­l’at­to di don­azione post mortem. Dopo la medaglia d’oro ­ con­clude Dorizzi ­ ques­ta è la cosa più bel­la che mia sia sta­ta dona­ta. Ringrazio pro­fon­da­mente il Pres­i­dente Gior­gio Napoli­tano per questo immen­so rega­lo.”

Le Sgal­mare e tut­ta Colà tra­boc­cano di felic­ità per questo attes­ta­to di sti­ma che il Capo del­lo Sta­to ha con­fer­i­to al nos­tro pres­i­dente Daniele Dorizzi ­ sog­giunge il vicepres­i­dente Anto­nio Bonomet­ti ­ per­ché val­oriz­za l’uo­mo, le sue ges­ta, ma soprat­tut­to il gran­dis­si­mo ed ines­tima­bile val­ore del­la don­azione degli organi per il ritorno alla vita. Bravis­si­mo Daniele: sei tut­ti noi.”

Ser­gio Baz­er­la

Parole chiave: