Accordo tra amministrazione, X Mountain e associazioni locali

Nasce Baldo avventura, un’estate tra tarzaning, arrampicate e giochi

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Barbara Bertasi

Nasce avven­tu­ra 2005, l’estate mon­te­bal­d­ina all’ inseg­na del­la pas­sione per la mon­tagna e per gli sport e attiv­ità col­le­gati: arrampi­ca­ta, tarzan­ing, ori­en­teer­ing, per­cor­si gui­dati nei boschi per bim­bi e gen­i­tori, lezioni di escur­sion­is­mo e fer­rate, per­cor­si didat­ti­ci lun­go i sen­tieri con bus­sole e mappe, canyonig, not­turne, giochi e gare con tan­to di pre­mi­azioni. E anco­ra incon­tri con alpin­isti, dia­pos­i­tive e fil­mati di appro­fondi­men­to. Ce n’è per tut­ti i gusti e per tutte le età ed è un’iniziativa a cui l’amministrazione di Fer­rara di Monte Bal­do non ha smes­so di pen­sare per tut­to l’inverno insieme a X Moun­tain, guide alpine, Soc­cor­so alpino, e altre asso­ci­azioni. «La nos­tra sta­gione esti­va sarà carat­ter­iz­za­ta da una serie di even­ti ril­e­van­ti che abbi­amo orga­niz­za­to con strut­ture cul­tur­ali e sportive di prim­is­si­mo ordine», spie­ga l’assessore alla cul­tura e pres­i­dente del­la con­sul­ta comu­nale cul­tur­ale, Euge­nio Adamoli. «Per noi», aggiunge il sin­da­co Pao­lo Rossi, «è una grande oppor­tu­nità, che ci per­me­t­terà di val­oriz­zare il ter­ri­to­rio ponen­do le basi anche per un’offerta tur­is­ti­ca sporti­va di grande lev­atu­ra tec­ni­ca. Per il paese è un notev­ole pas­so per diventare pun­to di rifer­i­men­to per gli sport di mon­tagna sul Bal­do d’estate e d’inverno e per chi cer­ca vacanze alter­na­tive e sportive tra la cit­tà e il ». Per X Moun­tain l’amministrazione ha indi­vid­u­a­to una base sta­bile: «Sarà molto prob­a­bil­mente la vec­chia sede del­la pro­lo­co, in piaz­za Gen­er­al Can­tore, e sarà disponi­bile durqnte questo mese», riferisce Mar­co Heltai, «per Fer­rara abbi­amo elab­o­ra­to un prog­et­to ben pre­ciso che, in una set­ti­mana, per­me­tte di far provare tutte le dis­ci­pline estive pos­si­bili. Coin­vol­ger­e­mo chi­unque vi si pos­sa avvic­inare, pri­mi tra tut­ti i bam­bi­ni e i ragazzi». E fa un esem­pio: «A volte non ci pen­si­amo, ma pochi bam­bi­ni, oggi, han­no la for­tu­na di essere a con­tat­to con la natu­ra, men­tre invece è fon­da­men­tale. Ecco dunque che noi par­tire­mo pro­prio dai più pic­ci­ni (zero tre anni) por­tan­doli, con i loro gen­i­tori, in un ambi­ente nat­u­rale pos­i­ti­vo e facen­do provare loro le sen­sazioni che si ricevono al con­tat­to con la ter­ra, in un bosco. Ciò servirà a far per­cepire che esiste un’alternativa, che si provano emozioni diverse fuori dal­la por­ta di casa. Questo esem­pio è per fare capire che non par­tire­mo affat­to da cose dif­fi­cili, anche se comunque, nel­la set­ti­mana che si svol­gerà a Fer­rara di Monte Bal­do, orga­nizzer­e­mo anche momen­ti più impeg­na­tivi come fer­rate, canyon­ing, ser­ate di appro­fondi­men­to e, ovvi­a­mente, momen­ti si sva­go totale con giochi e gare».

Parole chiave: -