Un luogo d’aggregazione per i giovani in memoria di Ugo Bonvicini, bardolinese prematuramente scomparso, che ha dedicato la vita all’impegno sociale cooperando in alcune associazioni locali.

Nasce il centro giovanile «Ugo Bonvicini»

28/01/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
(s.j.)

Un luo­go d’aggregazione per i gio­vani in memo­ria di Ugo Bon­vici­ni, bar­do­linese pre­mat­u­ra­mente scom­par­so, che ha ded­i­ca­to la vita all’impegno sociale cooperan­do in alcune asso­ci­azioni locali. L’idea parte da un grup­po di ragazzi del cen­tro lacus­tre, che in stret­ta col­lab­o­razione con Ari­an­na Dalle Vedove, edu­ca­trice del Comune, ha real­iz­za­to il prog­et­to «Roc­ka Gio­vani», riceven­do dall’assessorato regionale alle politiche sociali un con­trib­u­to di 3.386 euro. Si trat­ta di un piano che prevede l’organizzazione di attiv­ità ludiche e cul­tur­ali con e per i gio­vani, che si ritro­ver­an­no in una sala dell’ex sede dei vig­ili del fuo­co, in via Dante Alighieri: nel­lo stes­so sta­bile che ospi­ta la comu­nale e l’associazione Amo -Gar­da. È un edi­fi­cio vetus­to che sec­on­do i pro­gram­mi dell’amministrazione dovrà essere presto ristrut­tura­to per accogliere in maniera più razionale e fun­zionale le attiv­ità gio­vanili. In atte­sa del­la stesura del prog­et­to, la Giun­ta gui­da­ta dal sin­da­co Pietro Meschi ha deciso di apportare pic­cole mod­i­fiche e uti­liz­zare da subito lo sta­bile, di facile acces­so per tut­ti. Il nuo­vo pun­to di aggregazione gio­vanile sarà inau­gu­ra­to uffi­cial­mente alla fine di feb­braio e rimar­rà aper­to tut­ti i pomerig­gi e alcune sere la set­ti­mana in base alle attiv­ità pro­poste in col­lab­o­razione con le strut­ture educa­tive, sociali, cul­tur­ali, ricre­ative. L’intenzione è di dotare il nuo­vo cen­tro di tele­vi­sione, dvd e pc por­tatile oltre a giochi in scat­o­la e abbona­men­ti a quo­tid­i­ani e riv­iste. Per con­tribuire alla sis­temazione degli arre­di e alla dotazione del nuo­vo luo­go d’aggregazione alcune asso­ci­azioni (, Abeo, Per Voi Gio­vani, Amo Bal­do Gar­da, sezione fem­minile Croce Rossa) han­no deciso di devol­vere i duemi­la euro rac­colti venden­do vin brulè, pani­ni e pan­doro nel­la notte dell’ultimo dell’anno.

Parole chiave: