Il calendario ufficiale delle chiusure fino al 18 marzo 2002

Natale a singhiozzo in Gardesana

11/12/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Nem­meno fra e si arrester­an­no del tut­to i lavori in cor­so all’in­ter­no del tun­nel sul­la all’im­boc­co del trat­to ver­so Limone: ne con­segue che nem­meno durante le fes­tiv­ità il traf­fi­co potrà con­tare su peri­o­di di scor­ri­men­to libero, sen­za alcun tipo di lim­i­tazione. La stra­da sarà sì aper­ta, ma saran­no pos­si­bili, dal saba­to 22 dicem­bre, fino alla mat­ti­na di mer­coledì 2 gen­naio, saltu­ar­ie chiusure totali al traf­fi­co. Lo rende noto in un comu­ni­ca­to il servizio del­la provin­cia autono­ma che ha con­corda­to con l’im­pre­sa Colli­ni-Oberosler il cal­en­dario dei lavori.In par­ti­co­lare solo in due fine set­ti­mana, quel­lo del 5 e 6 gen­naio e quel­lo imme­di­ata­mente suc­ces­si­vo, il traf­fi­co sarà libero. Per tut­to il resto del tem­po, a com­in­cia­re da domeni­ca prossi­ma e fino al 13 mar­zo 2002, sono annun­ci­ate lim­i­tazioni, sen­si uni­ci o chiusure totali al tran­si­to. Nel det­taglio ecco quel che accadrà nelle gior­nate delle fes­tiv­ità di fine anno:Dal 16.12 alle 24 del 21.12: sen­so uni­co alter­na­to, rego­la­to da semafori o da per­son­ale addet­to, solo fra le 6 e le 21. Nelle restanti ore — quelle not­turne in prat­i­ca- la cir­co­lazione rimar­rà chiusa totalmente.Dal 22.12 alle 21 del 2 gen­naio 2002: cir­co­lazione con­sen­ti­ta, ma solo a sen­so uni­co alter­na­to con saltu­ar­ie chiusure totali.Dalle 21 del 2 gen­naio 2002 alle 6 del 5 gen­naio: cir­co­lazione con­sen­ti­ta a sen­so uni­co alter­na­to, dalle 6 alle 21. Nelle restanti ore ‑dalle 21 alle 6- traf­fi­co total­mente bloccato.Dalle 6 del 5 gen­naio alle 6 del 7 gen­naio: 48 ore di aper­tu­ra totale.Dalle 6 del 7 gen­naio alle 6 del 12 gen­naio: sen­so uni­co alter­na­to dalle 6 alle 21, chiusura totale dalle 21 alle 6.dalle 6 del 12 alle 6 del 14 gen­naio: altre 48 ore di aper­tu­ra totale.Dalle 6 del 14 gen­naio alle 18 del 3 mar­zo 2002: chiusura totale al traffico.I lavori stan­no proce­den­do alacre­mente: a metà dei 960 metri di tun­nel gli uomi­ni di Duilio Coat­ti, uti­liz­zan­do cariche di esplo­si­vo, stan­no sca­v­an­do due camere lunghe una ses­san­ti­na di metri des­ti­nate a con­sen­tire l’in­ver­sione di mar­cia alle cor­ren­ti di traf­fi­co nel caso fos­se bloc­ca­ta una metà del tun­nel. Il mate­ri­ale viene scar­i­ca­to nel lago, uti­liz­zan­do la pri­ma delle due dis­cariche, quel­la più vic­i­na alla casa Rossa: servirà, com’è sta­to deciso, a mod­i­fi­care, amplian­do­lo, il lun­go­la­go fra la casa Rossa (ora pas­sa­ta alla provin­cia, col resto del pat­ri­mo­nio Anas) e la cen­trale del Ponale. Sem­prechè il fon­do ten­ga: parte dei rel­a­tivi accer­ta­men­ti sono sta­ti ese­gui­ti dal­la provincia.