Natale a Lonato del Garda”: il primo cartellone culturale e turistico della città

12/12/2014 in Attualità
Di Luigi Del Pozzo

È sta­to pre­sen­ta­to in munici­pio il pri­mo cartel­lone cul­tur­ale e tur­is­ti­co che, dal 14 dicem­bre 2014 al 6 gen­naio 2015, sarà pro­tag­o­nista del­la cit­tà: “Natale a Lona­to del Gar­da” è il cal­en­dario di appun­ta­men­ti cul­tur­ali, musi­cali, spir­i­tu­ali e folk­loris­ti­ci in cen­tro stori­co, pro­posti dal Comune, dal­la Pro­lo­co e dal­la . È il pri­mo frut­to del­la scelta dell’amministrazione comu­nale di affi­dare alla il coor­di­na­men­to “per la pro­mozione del­lo svilup­po tur­is­ti­co e cul­tur­ale del­la cit­tà”. Il ric­co cal­en­dario è quin­di sta­to pos­si­bile gra­zie alla sin­er­gia tra più sogget­ti: Pro­lo­co, Par­roc­chia, Asso­ci­azione Ami­ci del­la Fon­dazione, Asso­ci­azione com­mer­cianti, Asso­ci­azione La Pola­da, Grup­po , Ami­ci del­la Chiesa di Sant’Antonio Abate, Grup­po . Con la spe­ciale col­lab­o­razione del­lo spon­sor Cameo.

Mer­ca­ti­ni, con­cer­ti ed even­ti a ingres­so libero ani­mer­an­no per qua­si un mese la cit­tà, attorno al suo cen­tro stori­co e alla roc­ca. Non solo: in via stra­or­di­nar­ia, i negozi del cen­tro saran­no aper­ti nelle domeniche di dicem­bre. L’apertura uffi­ciale delle man­i­fes­tazioni è affi­da­ta al Coro e all’Orches­tra Brix­ia Cam­era Cho­rus, con la parte­ci­pazione del­la solista Satoko Shika­ma (gio­vane sopra­no giap­ponese, vincitrice di moltepli­ci pre­mi a liv­el­lo inter­nazionale), diret­ti dal mae­stro Francesco Andreoli, domeni­ca 14 dicem­bre alle 16 nel­la Basil­i­ca di Lona­to. In cartel­lone ci sono anche i con­cor­si natal­izi del­la Pro­lo­co e del­la Fon­dazione Da Como, riv­olti alle scuole, così come i numerosi e qual­i­fi­cati altri appun­ta­men­ti musi­cali a cura degli Asses­so­rati al Com­mer­cio e alla Cul­tura.

Per due gior­nate, il 20 e il 21 dicem­bre, il “Mer­cati­no delle tradizioni natal­izie” garan­tirà un fine set­ti­mana di fes­ta con l’esposizione di arti­giani, pro­dut­tori, hob­bisti e asso­ci­azioni del ter­ri­to­rio, e la pre­sen­za stra­or­di­nar­ia del con­dut­tore e criti­co enogas­tro­nom­i­co Edoar­do Raspel­li. Ai banchi selezionati dal­la Pro­lo­co si aggiunger­an­no infat­ti quel­li del cir­cuito “Le vie del gus­to”, con una serie di spet­ta­coli col­lat­er­ali per adul­ti e bam­bi­ni che coin­vol­ger­an­no il cen­tro, la Roc­ca e la Casa Museo del Podestà. Per non tralas­cia­re la parte cul­tur­ale, in cal­en­dario ci sono anche le vis­ite alla Torre Civi­ca (Asso­ci­azione La Pola­da), alla Casa del Podestà e alla Roc­ca (Asso­ci­azione Ami­ci del­la Fon­dazione Ugo Da Como).

Per il sec­on­do anno, la Pro­lo­co pro­muove anche il con­cor­so e la mostra degli alberi di Natale: “Natale Cre­ati­vo”. L’iniziativa è ris­er­va­ta alle clas­si o ai grup­pi di alun­ni delle scuole pri­marie e sec­on­darie di pri­mo gra­do di Lona­to, che potran­no parte­ci­pare, gra­tuita­mente, cre­an­do un albero fan­ta­sioso e ispi­ra­to al tema 2014. L’input quest’anno è cor­re­la­to all’esposizione uni­ver­sale del 2015 a Milano: “Nutrire il piane­ta, ener­gia per la vita”. Atten­zione pun­ta­ta, dunque, su uno dei sim­boli più tradizion­ali del Natale: “l’albero da creare e addob­bare in modo orig­i­nale e rap­p­re­sen­tante l’alimentazione, gli usi e cos­tu­mi di uno Sta­to parte­ci­pante a Expo 2015”. Gli alun­ni del­la pri­maria alle­sti­ran­no saba­to 20 dicem­bre i loro alberi in cen­tro stori­co e domeni­ca 22 alle 15.30 pre­mi­azioni in Sala Celesti.

La Fon­dazione Ugo Da Como si è invece con­cen­tra­ta sul­la val­oriz­zazione dei lib­ri e del­la let­tura, invi­tan­do tut­ti i bam­bi­ni delle scuole lonate­si a impac­chettare lib­ri già let­ti e a donarli a nuovi let­tori che nel­la bib­liote­ca stor­i­ca di Ugo Da Como potran­no scam­biar­si questi doni. Inoltre, saba­to 20 dicem­bre, la Casa del Podestà sarà attra­ver­sa­ta da giochi e inizia­tive per bam­bi­ni. Men­tre, per i gran­di, il cen­tro ospiterà un’espo­sizione di auto e moto d’epoca dagli anni ’50 ai giorni nos­tri.

Come accen­na­to, non pos­sono man­care nel pro­gram­ma i con­cer­ti di musiche natal­izie: saba­to 20 dicem­bre alle 20.45 al Teatro Italia il tradizionale “Con­cer­to di Natale del Cor­po Musi­cale Cit­tà di Lona­to”; domeni­ca 21 dicem­bre alle 16 anco­ra al Teatro Italia il “Con­cer­to di Natale del Coro di Voci Bianche Cit­tà di Lona­to” accom­pa­g­na­to dal­la ban­da; lunedì 22 dicem­bre alle 20.45 nel­la Pieve di San Zeno il Con­cer­to di musiche natal­izie del­la “Corale di San Bia­gio”; il 26 dicem­bre alle 16 il Con­cer­to di Natale del coro “Arcan­ge­lo da Lona­to” nel­la sala Celesti del palaz­zo comu­nale e domeni­ca 28 dicem­bre nel­la Basil­i­ca di San Gio­van­ni Bat­tista il Con­cer­to di Natale del Coro “Basil­i­ca di Lona­to” alle 16.30. Domeni­ca 21 dicem­bre è da seg­nalare anche l’edi­zione natal­izia del Mer­can­ti­co, man­i­fes­tazione di anti­quar­i­a­to, mod­ernar­i­a­to, hob­bis­ti­ca e collezion­is­mo che dal 1996 è pun­to di forza del cen­tro stori­co lonatese.

Il grup­po Ami­ci del­la Chiesa di S.Antonio Abate ripro­pone anche quest’anno la mostra “100 Pre­sepi”, che si carat­ter­iz­za per la par­ti­co­lare ric­chez­za e vari­età di esem­plari esposti, prove­ni­en­ti un po’ da tut­to il mon­do e rap­p­re­sen­ta­tivi di espres­sioni cre­ative tra le più svari­ate, da quelle tradizion­ali alle più fan­ta­siose per stile e mate­ri­ali imp­ie­gati. La mostra sarà inau­gu­ra­ta il 20 dicem­bre alle 15, nel­la chiesa di Sant’Antonio, e rimar­rà aper­ta nei giorni fes­tivi con orario 10–12.30, 16–18.30 e il saba­to con orario 16–18.30 dal 20 dicem­bre 2014 al 6 gen­naio 2015.

L’assessore al Com­mer­cio Valenti­no Leonar­di ha evi­den­zi­a­to: «La novità di quest’anno è la pre­sen­za al nos­tro “Mer­cati­no delle tradizioni natal­izie” del con­dut­tore e criti­co enogas­tro­nom­i­co Edoar­do Raspel­li; ai banchi selezionati dal­la Pro­lo­co si aggiunger­an­no infat­ti quel­li del cir­cuito “Le vie del gus­to”, coor­di­nati da Raspel­li, che sarà pre­sente vesti­to da Bab­bo Natale per la felic­ità dei bam­bi­ni. Auguri­amo a tut­ti di pot­er pas­sare con noi, a Lona­to del Gar­da, un Natale ric­co di sapore e di gioia».

«Ringrazi­amo tutte le asso­ci­azioni cul­tur­ali lonate­si – ha det­to l’assessore alla Cul­tura Vale­rio Sil­vestri – che sono scese in cam­po e si sono impeg­nate per dar vita a questo cal­en­dario natal­izio, che aus­pichi­amo pos­sa far trascor­rere momen­ti lieti a tan­ti lonate­si e ospi­ti. Un gra­zie par­ti­co­lare va alla Fon­dazione Ugo Da Como per il prezioso coor­di­na­men­to. Dal 20 al 22 dicem­bre vari con­cer­ti ci aiuter­an­no a vivere al meglio, e insieme, l’atmosfera natal­izia, risco­pren­do anche il sig­ni­fi­ca­to reli­gioso del Natale».

Davide Sig­urtà, pres­i­dente del­la Pro­lo­co ha sot­to­lin­eato «l’importanza di ques­ta sin­er­gia tra Comune, Pro­lo­co e asso­ci­azioni per il rilan­cio dei beni cul­tur­ali e delle tradizioni di un paese, per­ché gra­zie ad even­ti come i mer­ca­ti­ni di Natale e altri momen­ti di aggregazione è pos­si­bile far rinascere quel sen­so civi­co, oggi a ris­chio di estinzione».

Per la Fon­dazione Ugo Da Como è inter­venu­to il con­ser­va­tore Ste­fano Lusar­di, rimar­can­do «il ruo­lo di servizio che la Fon­dazione ha svolto in questi pri­mi sei mesi e in questo prog­et­to, in par­ti­co­lare, facen­do da ponte tra il Comune e le realtà asso­cia­tive lonate­si, in virtù dell’esperienza quar­an­ten­nale del­la Fon­dazione nel cam­po del­la pro­mozione e val­oriz­zazione dell’intero ter­ri­to­rio lonatese».

«Siamo con­tenti – ha dichiara­to il respon­s­abile Mar­ket­ing fres­chi di Cameo, Fab­rizio Pic­car­di – di pot­er offrire una golosa meren­da ai pic­coli che parteciper­an­no alla fes­ta di Natale a Lona­to del Gar­da. Ciò che ci rende più feli­ci, però, è pot­er ricor­dare il prog­et­to “Un augu­rio grande come una casa”, con cui tut­ti insieme pos­si­amo fare tan­to per aiutare, con un pic­co­lo gesto, i bam­bi­ni dell’Ail – Asso­ci­azione ital­iana con­tro le leucemie, lin­fo­mi e mielo­ma – e le loro famiglie, attra­ver­so la rac­col­ta fon­di che sarà pos­si­bile durante il week-end del 20–21 dicem­bre».