Tra gli spettacoli musica da ballo, concerti, magie per i più piccoli e folklore. Le specialità di Pavullo protagoniste del ponte dell’Immacolata

Natale tra gli Olivi parla modenese

06/12/2006 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
(a.s.)

È Pavul­lo nel Frig­nano, in provin­cia di Mod­e­na, la cit­tà pro­tag­o­nista del ter­zo fine set­ti­mana del Natale tra gli Olivi. Da domani la cit­tà emil­iana, per il quin­to anno con­sec­u­ti­vo in occa­sione del ponte dell’Immacolata, sarà sul lun­go­la­go di Gar­da con arti­giana­to, enogas­trono­mia e mostre di . Pro­mo­tore in questi anni dell’incontro tra Gar­da e Pavul­lo è il dot­tor Giampao­lo Rossi, ex vicesin­da­co, orig­i­nario del paese dell’Appennino.L’organizzazione del­la pre­sen­za natal­izia del­la cit­tà ospite è di Gabriele Mez­za­qui, pres­i­dente dell’associazione Pro-Mon­te­bonel­lo, men­tre la parte gas­tro­nom­i­ca è segui­ta dal grup­po di Mon­te­bonel­lo, frazione dei Pavul­lo. In sala mostre del cor­tile del munici­pio sarà aper­ta la mostra di prodot­ti tipi­ci. Agli stand gas­tro­nomi­ci si potran­no trovare croc­cante artis­ti­co, salu­mi, parmi­giano reg­giano, tortelli­ni, gnoc­chi e cres­cen­tine del­la cit­tà di Pavullo.Dalle 19 alle 22, sot­to il ten­done in piaz­za del munici­pio, la cuci­na tipi­ca degli Appen­ni­ni mod­e­n­e­si mette in tavola tortelli­ni in bro­do fat­ti a mano, tortel­loni bur­ro e salvia o con ragù in sal­s­ic­cia, tagli­atelle con sal­s­ic­cia e spinaci, rosette al pro­sciut­to, arrosto di maiale, sal­s­ic­cia ai fer­ri, cotechi­no con fagi­oli, cres­cen­tine con lar­do e salu­mi misti, gnoc­co frit­to con salu­mi, bor­lenghi, erbaz­zone, crostate e tor­ta mon­te­cuc­coli, accom­pa­g­nati da lam­br­us­co terre del Frig­nano e pig­no­let­to. Nei pomerig­gi di saba­to e domeni­ca si potran­no fare spun­ti­ni con cres­cen­tone e sal­s­ic­cia e vin brulè.Gli spet­ta­coli inizier­an­no ven­erdì alle 18,30, con l’intrattenimento musi­cale del duo Clau­dio e Alber­to, fino alle 23,30 all’interno del­la ten­sostrut­tura. Saba­to alle 14,30 sul lun­go­la­go: esi­bizione del­la Pic­co­la Fan­fara di Gar­da e alle 15,30 con­cer­to di Rena­to Tabar­roni, con reper­to­rio dei Noma­di. Domeni­ca mat­ti­na esi­bizione del Mago Blu per il diver­ti­men­to dei bam­bi­ni; al pomerig­gio, esi­bizione per le vie del paese del grup­po folk­loris­ti­co I nati suonati. Alle 18, in sala con­gres­si, recital liri­co-cameris­ti­co con il sopra­no Annun­zi­a­ta Lia Lantieri e la pianista Luisa Zecchinel­li, che eseguiran­no musiche di Tosti, Puc­ci­ni, Goun­od, Gastal­don, Donaudy, De Cur­tis. Mart­edì 12 aprirà la mostra di pit­tura di Eri­ca Brizzi, men­tre mer­coledì 13, dalle 19 alle 22, si potrà gustare la gas­trono­mia locale, a cura dell’associazione Cal­cio di Gar­da.

Parole chiave: