Nativi digitali”: bello e rischioso!

06/03/2015 in Attualità
Di Sergio Bazerla

Uso cor­ret­to uso dei mezzi di comu­ni­cazione. Dal tele­foni­no ad Inter­net, allo sam­rt-phone, per pas­sare dal Tablet a Waht­sApp.

E’ questo il tema del­l’in­con­tro pro­mosso dal Cen­tro Gio­vanile par­roc­chiale, in sin­to­nia con la par­roc­chia dei SS. Zenone e Mar­ti­no, con il patrocinio del comune, che si ter­rà il 18 mar­zo, alle 20,30, nel salone del cen­tro gio­vanile in via Bal­ladoro 2, con questo tito­lo: I nos­tri ragazzi, nativi dig­i­tali, nav­igano in lib­ertà con Inter­net e smart-phone. Bel­lo e ris­chioso.”

L’idea è nata all’in­ter­no del grup­po di cat­e­chiste che stan­no preparan­do i ragazzi per il sacra­men­to del­la Cres­i­ma — spie­ga Ste­fano Marai -  e lo scopo del­l’in­con­tro è quel­lo di coin­vol­gere quan­ti più ragazzi e gen­i­tori ad un uso cor­ret­to dei più mod­erni stru­men­ti di comu­ni­cazione. E da poli­zot­to quale sono — con­tin­ua Marai — ho con­tat­ta­to l’uf­fi­cio del­la Polizia Postale di Verona per coor­dinare l’even­to. E da parte loro c’è sta­to un imme­di­a­to riscon­tro pos­i­ti­vo, tan­to è vero che ci han­no anche con­di­vi­so l’idea di affi­an­care una psi­colo­ga clin­i­ca e crim­i­nolo­ga.”

Il rela­tore per la parte delle impli­canze legali e postali sarà Devis Rodegher, esper­to del­la polizia postale che ha già più volte trat­ta­to l’ar­go­men­to anche nelle scuole del­la provin­cia. Affi­an­ca­ta a lui ci sarà la dot­tores­sa Ari­an­na Dilonar­do che anal­izzerà l’aspet­to psi­co­logi­co del tema in ques­tione.

Rite­ni­amo che l’ar­go­men­to deb­ba essere divul­ga­to e sostenu­to — spie­gano i respon­s­abili del cen­tro gio­vanile — per­ché è attualis­si­mo, soprat­tut­to per i ragazzi in età ado­lescen­ziale. Ed il tan­dem ragazzi-gen­i­tori è impre­scindibile.”

Ser­gio Baz­er­la