La Festa del latte in piazza

Nel week end

Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
m.to.

Un fine set­ti­mana in com­pag­nia del lat­te e dei for­mag­gi, o meglio, alla scop­er­ta dei del ter­ri­to­rio del bas­so Gar­da. La man­i­fes­tazione, pro­mossa dal­l’asses­so­ra­to alle Attiv­ità pro­dut­tive del Comune di Desen­zano con la col­lab­o­razione del con­sorzio «Ter­ra bres­ciana», si snoderà fra domani e domeni­ca. L’o­bi­et­ti­vo è pro­porre nuove espe­rien­ze gas­tro­nomiche mirate a dif­fondere la conoscen­za del­la pro­duzione lat­tiero-casearia e vini­co­la lega­ta al ter­ri­to­rio. E sicu­ra­mente lat­te e for­mag­gi ne sono una com­po­nente stra­or­di­nar­ia e in con­tin­ua evoluzione. Domani, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19, nel­la cen­tralis­si­ma piaz­za Malvezzi si ter­rà la Fes­ta del Lat­te, una degus­tazione gra­tui­ta di lat­te fres­co prodot­to nelle aziende desen­zane­si. Dalle 16.30 alle 19 di domani e domeni­ca, nel­la Sala dell’Orologio di palaz­zo Bagat­ta (sede munic­i­pale), si svol­gerà invece «Il tem­po dei for­mag­gi», un incon­tro con i tec­ni­ci spe­cial­iz­za­ti del con­sorzio «Ter­ra bres­ciana» che guider­an­no i vis­i­ta­tori alla degus­tazione dei for­mag­gi tipi­ci bres­ciani, innaf­fiati con il . Desen­zano, in fon­do, è sta­ta sem­pre ter­ra di gran­di tradizioni agri­cole, pri­ma che la cit­tà si con­ver­tisse al terziario e all’in­dus­tria. L’e­cono­mia agri­co­la è anco­ra sol­i­da: il cen­si­men­to Istat, per esem­pio, fa sapere che nel 2000 era­no pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio comu­nale ben 252 aziende agri­cole per un totale di qua­si 2800 ettari colti­vati. Notev­ole anco­ra la man­od­opera e gli scam­bi commerciali.

Parole chiave: - -