Le aziende italiane assumono più disabili

News

06/09/2000 in Curiosità
Di Luca Delpozzo
Dr. DADA & superEva

Le aziende ital­iane assumono più dis­abili Anche le pic­cole imp­rese assumono chi è iscrit­to come dis­abile nelle liste di col­lo­ca­men­to. Pri­ma lo face­vano soltan­to le aziende con più di 35 dipen­den­ti, adesso lo fan­no anche tutte quelle con più di 15, sec­on­do la recente legge 68/99. Ques­ta legge prevede inoltre una serie di com­pi­ti per le Provin­cie, che creer­an­no comi­tati tec­ni­ci for­mati da edu­ca­tori e assis­ten­ti sociali, con il com­pi­to di aggiornare le liste alle quali le aziende, appun­to con più di 15 dipen­den­ti, potran­no riv­ol­ger­si per assumere por­ta­tori di hand­i­cap. La nuo­va legge, divenu­ta oper­a­ti­va il 23 mar­zo del 1999, è sta­ta accol­ta in maniera pos­i­ti­va dalle asso­ci­azioni di cat­e­go­ria, che l’han­no defini­ta ‘un’im­por­tante svol­ta inno­v­a­ti­va”. Per le imp­rese sono pre­viste sanzioni legate al numero dei giorni che pas­sano dal ter­mine impos­to dal­la legge 68/99 fino alla sua effet­ti­va applicazione.