Modificato il progetto di Lonato

Niente discarica vicino a Castiglione

Di Luca Delpozzo
Germano Bignotti

Il prog­et­to di real­iz­zare una dis­car­i­ca alla local­ità Tra­versi­no di Lona­to sarebbe sta­to archivi­a­to ed al suo pos­to ne ver­rà esam­i­na­to uno che prevede la bonifi­ca del sito sen­za impianti di smal­ti­men­to rifiu­ti. Ques­ta è la notizia che potrebbe cos­ti­tuire una pri­ma vit­to­ria per col­oro, come i comu­ni lim­itrofi e gli espo­nen­ti di diver­si comi­tati antidis­car­i­ca, si era­no bat­tuti con­tro il prog­et­to pre­sen­ta­to lo scor­so anno.La notizia si è dif­fusa nei giorni scor­si quan­do, pro­prio ai comu­ni di Cas­tiglione, Solferi­no, Lona­to e Desen­zano è sta­to pre­sen­ta­to un nuo­vo prog­et­to, ques­ta vol­ta ind­i­riz­za­to sola­mente alla bonifi­ca del sito in local­ità Tra­versi­no. Come molti ricorder­an­no, la zona che è inter­es­sa­ta da questo prog­et­to di tro­va in un’area strate­gi­ca, con­fi­nante sia con il ter­ri­to­rio di Desen­zano che con quel­li di Solferi­no e Cas­tiglione, sot­to la giuris­dizione di Lona­to. Ques­ta area, di pro­pri­età di una soci­età bres­ciana, era sta­ta ogget­to di escav­azione di parec­chie migli­a­ia di metri cubi di ghi­a­ia e anche del­lo scari­co di rifiu­ti in maniera abu­si­va. Dopo una serie di seg­nalazioni da parte del comune di Lona­to, una soci­età che si era accor­da­ta con la pro­pri­età ave­va deciso di dare il via al prog­et­to di bonifi­ca, per finanziare il quale, era sta­to moti­va­to nel prog­et­to stes­so, sarebbe sta­to nec­es­sario ricavare lo spazio per lo stoccag­gio di rifiu­ti spe­ciali non tossi­co nocivi. Alla creazione di quel­la che si con­fig­u­ra­va come una vera e pro­pria dis­car­i­ca si era oppos­to il comi­ta­to di Lona­to ed i comu­ni con­fi­nan­ti, come quel­lo di Cas­tiglione e quel­lo di Solferi­no. Dopo la cadu­ta del­l’am­min­is­trazione di Lona­to, quel prog­et­to sarebbe sta­to archivi­a­to dagli stes­si pro­po­nen­ti. A questo pun­to i pro­pri­etari del­la zona da bonifi­care han­no deciso, sec­on­do quan­to sta scrit­to nel nuo­vo prog­et­to, di pro­cedere sola­mente al risana­men­to del sito, medi­ante una pro­ce­du­ra che eviterebbe anche la Via. Gli enti che si era­no opposti al prece­dente prog­et­to han­no deciso, attra­ver­so i pro­pri legali, di non rimanere fuori dal­la par­ti­ta ed han­no mes­so per iscrit­to la pro­pria richi­es­ta di essere nuo­va­mente inter­pel­lati per esam­inare da vici­no e diret­ta­mente il nuo­vo prog­et­to. Le rac­co­man­date sono par­tite pro­prio in questi giorni sia dal comune di Cas­tiglione che da quel­lo di Solferino.Germano Bignotti