Due ipotesi nel giro di poche ore, entrambe di altissimo rilievo per l’immagine. Le reazioni non tardano e non lasciano dubbi

No al G8, ma piace l’America’s Cup

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Il lago di Gar­da teatro del­la finale dell’America’s Cup e del prossi­mo ver­tice G8? Ammin­is­tra­tori e politi­ci esp­ri­mono opin­ioni molto diverse riguar­do le prob­a­bil­ità di ospitare sul Gar­da i due even­ti entram­bi in gra­do di accen­dere sul baci­no lacus­tre i riflet­tori del mondo.«Il mio asses­so­ra­to non segue diret­ta­mente even­ti come il G8 ma cre­do che questo com­por­ti prob­le­mi orga­niz­za­tivi e di sicurez­za di un cer­to peso. A quan­to mi risul­ta La Mad­dale­na è sta­ta scelta pro­prio per questo», dice Mas­si­mo Gior­get­ti, asses­sore regionale allo sport.«Diversa è l’ipotesi di avere qui la finale dell’America’s Cup. La pro­pos­ta ha un fon­da­men­to e che l’abbia det­to una delle per­sone più autorevoli ed esperte di ques­ta man­i­fes­tazione ci impeg­na a val­utare con atten­zione il prog­et­to, cui siamo pron­ti ad aderire con entu­si­as­mo. Anche per­ché», sot­to­lin­ea Gior­get­ti, «è coer­ente con il lavoro fat­to sino ad oggi: l’at­tuale Fraglia del­la Vela di Mal­ce­sine c’è per­ché anche la Regione ha volu­to inve­stire, con i pri­vati, impeg­nan­do 1 mil­ione e 250 mila euro. Siamo dell’idea che il ter­ri­to­rio pos­sa e dab­ba essere val­oriz­za­to anche con impianti ed even­ti sportivi d’eccellenza. Su ques­ta idea dico, sporti­va­mente, che il Vene­to c’è e siamo pron­ti alla com­pe­tizione. Cre­do che il lago di Gar­da abbia più bisog­no dell’America’s Cup che del G8…».Opinione sim­i­le a quel­la di Luca Sebas­tiano, asses­sore provin­ciale alla via­bil­ità. «Riten­go la pro­pos­ta di Frau soprat­tut­to una provo­cazione e pen­so non sia sup­por­t­a­ta dalle alte cariche del­lo Sta­to, dep­u­tate a esprimer­si in questi ter­mi­ni. Dunque come provo­cazione l’accetto; ma dubito che la zona del Gar­da sia strut­tura­ta per ospitare man­i­fes­tazioni di questo tipo anche alla luce dei peri­o­di in cui si dovreb­bero svolgere».«La sta­gione esti­va», spie­ga, «por­ta già un altissi­ma affluen­za e non so quan­to si pos­sa pen­sare di bloc­care tut­to per la sicurez­za del G8. L’impatto su quest’area sarebbe trop­po alto e man­i­fes­tazioni come queste richiedono un con­teni­tore ben più ampio e con le dovute garanzie in ter­mi­ni di sicurez­za. Ciò supera ogni ricadu­ta positiva».Anche tra gli ammin­is­tra­tori locali si reg­is­tra­no opin­ioni dif­fer­en­ti. «Cre­do che abbi­amo bisog­no di tut­to fuorché di un even­to come il G8», dice Mau­r­izio Bernar­di, sin­da­co di Castelnuovo.«Porterebbe su un’area già sot­to pres­sione un ulte­ri­ore impat­to soprat­tut­to in ter­mi­ni di restrizioni che un even­to sim­i­le richiede nec­es­sari­a­mente. Per quan­to riguar­da invece l’America’s Cup non so se siamo all’altezza vis­to l’in­cre­men­to di affluen­za e la recettiv­ità richi­es­ta. Tra le due pen­so comunque che il Gar­da sia più adat­to a sup­port­are ques­ta man­i­fes­tazione sportiva».Manifestazione che, sec­on­do il sin­da­co di Bren­zone, Gia­co­mo Simonel­li, tro­verebbe sul lago «con­dizioni ambi­en­tali ide­ali. Mi ha invece sor­pre­so la pro­pos­ta di Frau per il G8 anche se il far­lo creerebbe un notev­ole indot­to e grande pres­ti­gio. Ma non so cosa com­por­ti dal pun­to di vista orga­niz­za­ti­vo e del­la sicurez­za: l’eventuale bloc­co di cir­co­lazione e di indi­vidui non so quan­to si pos­sa con­cil­iare con la sta­gione tur­is­ti­ca del lago».Decisamente favorev­ole alla finale America’s Cup , sin­da­co di Tor­ri, che si man­i­fes­ta alla fine dei con­ti piut­tosto pos­si­bilista anche sul­la pos­si­bile accoglien­za di un ver­tice dei G8 sul Gar­da .«In ter­mi­ni di accoglien­za non siamo cert5amente sec­on­di a nes­suno, anche per even­ti sim­ili. La sicurez­za è indub­bi­a­mente il tema più del­i­ca­to che richiederebbe un prog­et­to “ad hoc” ma se il pres­i­dente Berlus­coni ci desse davvero ques­ta oppor­tu­nità, sapre­mo coglier­la, come nos­tra abi­tu­dine, al meglio».

Parole chiave: