Non è mai troppo tardi per avere fede

Di Redazione

Ripren­di­amo con le nos­tre tes­ti­mo­ni­anze rac­colte dal­la viva voce di chi le ha vis­sute. La mag­gior parte di esse sono state pub­bli­cate nei due libret­ti di rac­colte e ci fa piacere ripro­por­le su Gn, anche per­ché i vol­umet­ti sono ora­mai esauri­ti.

Prossi­ma­mente ci occu­per­e­mo anche delle opere che la Fon­dazione sta por­tan­do avan­ti nel Burk­i­na Faso attra­ver­so rac­col­ta di mate­ri­ale di vario genere e don­azione degli Ami­ci del­la Fon­dazione stes­sa.

Ecco la nuo­va tes­ti­mo­ni­an­za:

«E’ da poco tem­po che conosco il sign­or Lui­gi. Nel­la mia pia famiglia di prob­le­mi ne ho parec­chi, però quel­lo che mi sta­va a cuore era la famiglia dei miei figli sposati e soprat­tut­to mio mar­i­to, che ha avu­to anche una ischemia, è semi­par­al­iz­za­to, con tut­ti gli esi­ti degli esa­mi clin­i­ci fuori pos­to. Comunque, saran­no cir­ca due mesi e mez­zo che conosco il sign­or Lui­gi. Sono anda­ta a casa sua con mio mar­i­to, Lui­gi ha par­la­to un po’ con lui. Mio mar­i­to non parla­va, non so se ave­va capi­to cosa il sign­or Lui­gi gli dice­va. Comunque mi ha rifer­i­to: “Lei stia tran­quil­la, che vedrà che suo mar­i­to si ripren­derà”. Mio mar­i­to ha poi fat­to le anal­isi quindi­ci giorni fa e tut­ti gli esi­ti risul­tano entro i lim­i­ti, tut­to è anda­to a pos­to. Non sa anco­ra dialog­a­re per­fet­ta­mente, con seren­ità, ma è miglio­ra­to. Anche se è poco che lo conosco, a Lui­gi por­go il mio gra­zie e nutro anco­ra un po’ di sper­anze. Una gua­ri­gione totale, cer­to non sarà pos­si­bile e non miro a così tan­to, però aspet­to altre risposte anco­ra molto inter­es­san­ti e spero di aver­le, per­ché la fidu­cia che ormai ho in Lui­gi è tan­ta e spero che quan­do pregherò la Madon­na di avere e di dare un po’ di forza in più per la mia famiglia, soprat­tut­to per gli ammalati e ovunque ci sono bam­bi­ni. Lui­gi mi ha dato tan­ta forza in questi due mesi. Dove­vo conoscer­lo pri­ma… ma non è mai trop­po tar­di. Per questo lo ringrazio. Momen­tanea­mente lo ringrazio così… Gra­zie».

Pri­ma pub­bli­cazione il: 17 July 2018 @ 18:14