È stata inaugurata la scuola materna di Colà, che adesso si presenta molto più funzionale e moderna

Non solo asilo, ma anche centro sociale

21/11/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
a.j.

Mag­gior­mente fun­zionale e più sicu­ra ora la scuo­la mater­na di Colà. I lavori di adegua­men­to dell’edificio che ospi­ta l’asilo par­roc­chiale, real­iz­za­ti con il con­trib­u­to dell’Amministrazione comu­nale, han­no rivesti­to moltepli­ci prob­lem­atiche. La strut­tura, col­lo­ca­ta al cen­tro del paese all’incrocio per Castel­n­uo­vo e Pacen­go, è sta­ta sogget­ta a un inter­ven­to rad­i­cale che oltre a garan­tire, la sicurez­za dell’immobile sia dal pun­to di vista sta­ti­co che di pre­ven­zione degli incen­di, ha risolto tut­ta la serie di prob­le­mi che van­no dal­la salubrità dei luoghi di lavoro e alla fun­zion­al­ità degli impianti elet­tri­ci e igien­i­co san­i­tari. «Sono state accolte le pro­poste», fa pre­sente la pres­i­dente del Con­siglio di ammin­is­trazione dell’asilo Car­men Richel­li, «a suo tem­po avan­za­to per adeguare gli spazi interni e pot­er con­tare su una scuo­la il più fun­zionale pos­si­bile. Di quan­to real­iz­za­to ringrazi­amo in par­ti­co­lare l’Amministrazione comu­nale per la grande sen­si­bil­ità ver­so l’asilo par­roc­chiale che per Colà ha una notev­ole valen­za come pri­mo luo­go sociale, non solo per l’infanzia ma per la col­let­tiv­ità». L’ampliamento del­la scuo­la è sta­to ottenu­to con il recu­pero del piano e con l’adeguamento sta­ti­co del solaio in leg­no tan­to da ottenere un locale per riposo dei bam­bi­ni e quin­di portare da due a tre le sezioni con l’adeguamento degli spazi interni. Opere murarie com­ple­tate con il rifaci­men­to del pavi­men­to in gres por­cel­lana­to e il rives­ti­men­to com­ple­to delle pareti del­la cuci­na, nonché l’eliminazione dei gra­di­ni sos­ti­tu­iti con degli scivoli. Per quan­to con­cerne l’adeguamento anti­ncen­dio si è provve­du­to alla com­par­ti­men­tazione delle zone a ris­chio (cuci­na, can­ti­na, sof­fitte) con l’installazione di nuove porte, e con la pro­tezione delle strut­ture lignee del solaio medi­ante con­trosof­fit­to in car­tonges­so e l’aumento delle uscite di sicurez­za al piano ter­ra e pri­mo piano. Rifat­to l’impianto elet­tri­co e quel­lo igien­i­co-san­i­tario e di riscal­da­men­to sud­di­vi­so per zone.