L'Associazione "Riccardo Pinter" di Riva, attraverso il suo neoconfermato presidente Graziano Riccadonna, dice no all'abbattimento della Colonia Miralago

Non toccare la Colonia Miralago

01/06/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

L’Associazione “Riccardo Pinter” di Riva, attraverso il suo neoconfermato presidente Graziano Riccadonna, dice no all’abbattimento della Colonia Miralago come peraltro previsto dal piano regolatore generale di Riva attualmente a Trento. In una nota inviata all’assessore alla cultura Luigi Marino, ai Servizi Beni Culturali della Provincia e alla Biblioteca comunale, l’associazione “Pinter” definisce “sconcertante e paradossale, vista anche l’esigenza di di aree edificabili di uso pubblico nella fascia-lago” la volontà di abbattere il complesso della Miralago. “Tale proposta – prosegue Riccadonna – potrebbe essere dovuta a carenza di idee piuttosto che ad una chiara scelta progettuale, in quanto l’eventuale piscina può essere localizzata benissimo al posto della colonia Sabbioni oppure su terreno privato prospiciente la fascia-lago. Salvare il complesso Miralago significa salvare un complesso che “racconta” la storia del turismo rivano e gardesano; per questo auspichiamo un riutilizzo a fini propriamente turistici del complesso, con un occhio di riguardo per le sue connessioni sociali. Il rilancio del turismo – propone l’Associazione Pinter – passa anche attraverso una qualificata offerta di accoglienza giovanile:un ostello della gioventù che può essere utilizzato magari da supporto alle attività sportive o altri usi consimili e paralleli da analizzare. La salvaguardia della memoria storica può procedere di pari passo con una sana promozione sociale ed economica, ed il compendio Miralago ne può essere un esempio paradigmatico”.

Commenti

commenti