Ecco il resoconto finale dell’edizione 2010. Nella Gallery una sequenza di foto scattate da ldp per il nostro giornale

Nonostante le bizze meteorologiche ha chiuso in positivo l’Antichissima Fiera delle Grazie

17/08/2010 in Manifestazioni
Iscriviti al nostro canale
Di Luca Delpozzo

Ha chiuso i battenti nella giornata di ieri, lunedì 16 agosto, l’edizione 2010 dell’Antichissima fiera delle Grazie. Nonostante le avverse condizioni meteorologiche della vigilia, la fiera ha registrato ugualmente un alto numero di presenze nei quattro giorni di festa, soprattutto nella giornata del Ferragosto e in quella conclusiva, con il grande spettacolo pirotecnico e musicale che ha dato appuntamento all’edizione 2011.Il programma della fiera, pensato dalla Città di Curtatone, è stato ricco di sorprese ed emozioni e a parte gli spettacoli dei burattini previsti per sabato 14 agosto, tutti gli altri eventi in scaletta sono stati rispettati alla regola. Una fiera che ha visto un afflusso di visitatori di alto livello, provenienti da ogni parte d’Italia, attratti dalle opere dei Madonnari, impegnati nella sola giornata di domenica 15 agosto, al lavoro in contemporanea alle 8 del mattino e fino al tardo pomeriggio, per disegnare i loro dipinti dedicati soprattutto alla Madonna, sul sagrato del Santuario. Record di presenze tra gli artisti, 170 in totale, giunti oltre che da molte regioni italiane, anche da America, Germania, Messico, Olanda, Austria, Irlanda, Giappone, Marocco,Turchia, Spagna e Regno Unito.La festa dell’Assunta ha registrato molte presenze in Santuario e non solo in occasione delle celebrazioni liturgiche. I pellegrini, arrivati a Grazie con tutti i mezzi possibili, hanno fatto visita alla chiesa in tutte le ore del giorno. Il vicino lago, adagiato al borgo di Curtatone, è stato un refrigerio e uno spazio ottimale per passare alcune ore all’aria aperta e all’ombra, immersi nella natura incontaminata del Parco del Mincio. Tutto ha funzionato a dovere. Anche la parte commerciale, quella “più lontana” dal sagrato, quella adibita a luna park e alle bancarelle con più di 160 ambulanti, ha fatto la sua parte. Il borgo di Grazie, per tutto l’anno abitato da qualche centinaia di persone, per alcuni giorni si è gremito di gente, a cavallo del Ferragosto. Sempre difficile, come ogni anno, azzardare dei numeri sui visitatori, anche in virtù del fatto che la pioggia ha allontanato non pochi turisti e creato alcuni disagi al traffico e ai parcheggi. Problemi che l’amministrazione comunale di Curtatone ha saputo affrontare nel migliore dei modi approntando un piano emergenza che ha saputo reggere grazie al lavoro di squadra e di coordinamento di tutti i soggetti in campo. In ogni caso gli organizzatori hanno ipotizzato un aumento dei visitatori nei due giorni clou della fiera, rispetto alle passate edizioni. Più che soddisfatti gli amministratori di Curtatone. Primo fra tutti il sindaco Antonio Badolato. “Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti – ha commentato il primo cittadino – la fiera nei giorni del 15 e 16 agosto è andata oltre ogni nostra più rosea aspettativa, in termini di presenze, partecipazione e di apprezzamento del lavoro svolto. A breve fisseremo una riunione tecnica fra tutti gli organizzatori, per analizzare gli aspetti che hanno funzionato e per trovare margini di miglioramento in vista delle future edizioni”.Al sindaco ha fatto eco l’assessore alla cultura Riccardo Goatelli. “Gli intendimenti prefissi per questa edizione della fiera sono stati centrati – ha detto l’assessore – sono stati inoltre apprezzati e abbiamo avuto percezione che i miglioramenti introdotti da questa amministrazione siano stati recepiti. Un successo confortato da diversi fattori a paartire dal concorso dei Madonnari, dall’animazione del borgo con spettacoli di strada e di intrattenimento lungo via Pozzarello, diventata la “Via dell’arte e della tradizione”, fino allo spettacolo “Luci sui Madonnari” e al grande spettacolo pirotecnico e musicale che ha incantato le migliaia di spettatori nella serata conclusiva della festa”. Vincenti quindi tutti gli spettacoli proposti. Le due parti del borgo, quella del Santuario e quella dell’area commerciale, sono tornate quest’anno a riunirsi tramite via Pozzarello, una vera via degli artisti, con tanto di giocolieri, saltimbanco e figuranti in costume d’epoca. Il Santuario, dopo l’inaugurazione del 13 agosto, ha ospitato l’esecuzione dello “Stabat mater “ di Rossini e la sua facciata ha servito da maxischermo per la serata di talk-show in onore dell’arte madonnara, con i dipinti e tanti filmati, tra cui uno con papa Giovanni Paolo II, proiettati sulla chiesa con l’accompagnamento della musica. L’ultima notte a Grazie è stata illuminata da uno spettacolo di circa 20 minuti di fuochi artificiali, curati dalla Prestige Eventi di Ferrara, scanditi a ritmo di musica irradiata in tutto il borgo. Grandiosi e colorati giochi di fuoco hanno affascinato la platea di spettatori, fermi in ogni angolo della frazione. Dati e numeri della fiera.Premesso che il giorno 15 agosto i due parcheggi della fiera sono stati chiusi dopo una decisione dell’ultimo minuto presa dall’unità di crisi che si è riunita nel tardo pomeriggio del 14 agosto, per scongiurare disagi alla circolazione e alle vetture, gli ingressi alle aree di posteggio sono stati in totale 5300, di cui 4000 solo nella giornata del 16 agosto, contro le 1200 dell’ultima giornata di festa del 2009.Nel giorno di Ferragosto i visitatori hanno potuto parcheggiare le auto in tutte le vie del borgo e nei tre parcheggi scambiatori dove alcuni bus-navetta dell’Apam hanno fatto la spola fino a Grazie per i trasporto continuo di persone, dalle 7 del mattino e sino a tarda sera. Le navette sempre gremite di gente, hanno funzionato in modo egregio. Per garantire la sicurezza e l’ordine pubblico, sia sulle strade che nei parcheggi e nel borgo, hanno lavorato circa 260 volontari delle cinque associazioni sportive del Comune di Curtatone, ovvero le Polisportive di Levata, Buscoldo, Eremo, la A.S. Curtatone e la N.A.C. Curtatone coordinati da Pasquale Palleschi, circa 50 volontari della protezione civile Torre d’Oglio Marcaria-Curtatone e la A.N.C. Castellucchio, il personale della Croce Rossa Italiana, gli agenti della Polizia Locale di Curtatone coordinati dal comandante Cristiano Colli e l’Arma dei carabinieri.“Un ringraziamento per il supporto avuto nella giornata del 15 agosto – ha sottolineato l’assessore alla protezione civile Alessandro Benatti – va da parte nostra alla Prefettura, alla Provincia, all’Apam come azienda, alla Polizia stradale e ai sindaci di Castellucchio e Rodigo”. L’Antichissima fiera delle Grazie è una grandiosa macchina organizzativa che ha visto al lavoro circa 20 dipendenti comunali assieme al consigliere comunale Alcide Imperiali per tutto ciò che concerne la logistica e un gran numero di componenti della pro loco di Curtatone, per l’accoglienza e il coordinamento dell’Incontro nazionale dei Madonnari. “Un sentito grazie – ha concluso il sindaco Badolato – al vice sindaco Giuseppe De Donno, agli assessori Francesco Ferrari e Carlo Bottani che hanno sempre partecipato a tutti gli eventi della fiera, al Santuario della Beata Vergine delle Grazie nella persona del rettore don Giovanni Lucchi, alla diocesi di Mantova, al Parco del Mincio, al comitato dei cittadini di Grazie e non per ultimo a tutti gli sponsor e agli enti che hanno generosamente contribuito all’organizzazione della fiera, ovvero la Regione Lombardia, la Provincia di Mantova, la Camera di commercio di Mantova, la Fondazione Mps-Bam, Mc Donald’s, Capiluppi Enzo, Cassa Padana, Borsato costruzioni edili, il Gigante, Immobiliare Eremo, Mantovabanca 1896, Marconi industrial service, Gt Diciotto, Demil, Ecosistemi, Mn clima, Hotel del cane, Elettrotecnica Savazzi e Bonini Garden  ”. 

Commenti

commenti