Tempo permettendo!

Note d’acqua e fuoco sull’Isola del Garda

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

L’appuntamento più atte­so è quel­lo che — tem­po per­me­t­ten­do — si svol­gerà sull’, pro­pri­età dei con­ti Cavaz­za, abit­ual­mente chiusa al pub­bli­co. Alle 21.30 l’ensemble stru­men­tale dei Vir­tu­osi Ital­iani eseguirà le due più famose Suite orches­trali di Hän­del: «Musi­ca sull’acqua» e «Musi­ca per i reali fuochi d’artificio». Dopo il con­cer­to seguirà un buf­fet con spet­ta­co­lo pirotec­ni­co sul lago. Per ques­ta stra­or­di­nar­ia ser­a­ta, inseri­ta nel cartel­lone dell’«Estate musi­cale del Gar­da», tut­ti i bigli­et­ti sono già sta­ti ven­du­ti. La «Musi­ca sull’acqua» fu tenu­ta a bat­tes­i­mo nell’estate del 1717 durante un orig­i­nale par­ty sul Tami­gi. Trent’anni più tar­di, anche la «Musi­ca per i reali fuochi d’artificio» ebbe una cor­nice fas­tosa per fes­teggia­re la pace di Aquis­grana. Lon­tani echi di questi even­ti mon­dani si pos­sono cogliere nelle cronache dell’epoca. Il «Dai­ly Courant» scrisse che all’imbrunire del 17 luglio 1717 re Gior­gio I d’Inghilterra scese al Tami­gi pres­so White­hall per imbar­car­si su una chi­at­ta. La pros­eguì lenta­mente in direzione di Chelsea: sul fiume sfila­vano decine di barche con a bor­do i migliori nomi dell’aristocrazia londi­nese. Hän­del ave­va ingag­gia­to più di cinquan­ta stru­men­tisti per eseguire «sull’acqua» una lun­ga serie di brani gioiosi e dan­zan­ti. Tan­to piacque il con­cer­to al re che la «Water Music» fu repli­ca­ta per ben tre volte fra l’andata e il ritorno. Attivi con suc­ces­so inter­nazionale da alcu­ni anni, i Vir­tu­osi Ital­iani spaziano dal­la musi­ca baroc­ca alla col­lab­o­razione con artisti con­tem­po­ranei (Chick Corea, Bre­gov­ic, Bat­tia­to e Nyman).

Parole chiave: -