Castagne e funghi mattatori fra i prodotti della montagna

Notevole interesse per la mostra mercato di Spiazzi

17/10/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
a.j.

Castagne e funghi, ma anche for­mag­gi, miele e olio per arrivare al , alle mele bio­logiche e alle paste frol­le: pro­tag­o­nisti tut­ti del­la mostra-mer­ca­to di Spi­azzi. Una pro­mozione a tut­to cam­po dei prodot­ti del­la mon­tagna e dell’intero capri­nese con­siderati pri­mi attori di una cuci­na tradizionale riv­is­i­ta­ta in con­tin­u­azione. Vet­ri­na per­tan­to di tut­ta una serie di piat­ti ad effet­to ma anche di notev­ole richi­amo gas­tro­nom­i­co: dal­la zup­pa di porci­ni al mine­strone di castagne; dall’insalata di ovuli al pas­tic­cio di chio­di­ni o porci­ni al forno; dal torti­no di mais e funghi, allo stra­cot­to di man­zo su let­to di porci­ni, ai cap­pel­lac­ci di funghi con noci e for­mag­gio. Per arrivare alla tor­ta Rosa del , a quel­la di pere al cioc­co­la­to e alla frol­li­na di castagne. Lec­cornie di sta­gione pro­poste dal­la ris­torazione del bas­so e alto capri­nese per quest’autunno pre­sen­tatosi improvvisa­mente abbon­dante soprat­tut­to nel cam­po dei miceli. Una tes­ti­mo­ni­an­za diret­ta gli oltre 240 tipi di funghi esposti nel­la mostra allesti­ta dal Grup­po mico­logi­co e pro­tezione flo­ra spon­tanea del Dopola­voro fer­roviario di Verona. Una vera man­na per gli addet­ti e in par­ti­co­lare il pres­i­dente del Grup­po Sil­vano Fer­rari nonché per Bepi Fil­ip­pi­ni respon­s­abile del­la sezione flo­ra spon­tanea, trovar­si in pre­sen­za di tan­ta grazia di Dio dopo le avare espo­sizioni di set­tem­bre con pochissi­mi esem­plari di funghi a segui­to dell’estata sic­c­i­tosa. Un’occasione quin­di come non mai, per alle­stire un tavo­lo di com­para­zione fra funghi sim­ili per strut­tura e col­ori ma net­ta­mente con­trastan­ti in quan­to a com­mestibil­ità e velenosità. Ma a far­la da padrone sono state le castagne, quelle dei pendii ori­en­tali del Bal­do con­sid­er­ate, dal coor­di­na­tore del­la mostra-mer­ca­to Fer­nan­do Brunel­li, «più dol­ci e sapor­ite anche se meno nobili dei mar­roni di altre zone». Rag­giante soprat­tut­to Loret­ta Zaninel­li, la pres­i­dente del­la Pro loco, per «il notev­ole afflus­so di gente» richia­ma­ta e favorita da splen­dide gior­nate di sole. Così pure il sin­da­co di Capri­no Maria Tere­sa Girar­di, pre­sente all’inaugurazione del­la due giorni all’insegna dei prodot­ti del­la mon­tagna, assieme all’assessore Giuseppe Cam­pag­nari, al pres­i­dente dell’Asco-Unione Fer­nan­do Moran­do e del­la Comu­nità del Bal­do, Lui­gi Castel­let­ti; rap­p­re­sen­tan­ti degli enti pro­mo­tori, assieme agli oper­a­tori tur­is­ti­ci di Spi­azzi e dell’Azienda di pro­mozione tur­is­ti­ca Riv­iera degli Olivi, di una rius­ci­tis­si­ma quar­ta edi­zione del­la mostra-mer­ca­to dei prodot­ti del­la montagna.

Parole chiave: