LE AVVENTURE DI PINOCCHIO

NOTTE DI FIABA 2002

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Riva del Garda

Lunedì prossi­mo 19 agos­to avrà inizio la set­ti­mana più atte­sa di tut­ta l’estate per il Gar­da Trenti­no. Si apre uffi­cial­mente, infat­ti, la “”, man­i­fes­tazione che nel­la tradizione del­la cit­tà trenti­na ubi­ca­ta sul­la spon­da nord occi­den­tale del occu­pa un pos­to molto importante.Già nell’Ottocento, infat­ti, la cit­tà di Riva si ves­ti­va a fes­ta per salutare i suoi ospi­ti, dan­do vita a giochi, luci, even­ti e musi­ca mesco­lati sapi­en­te­mente tra di loro. La comu­nità intera scen­de­va nelle piazze e sul “suo” lago in gioiosa alle­gria, risco­pren­do antiche usanze, vesten­dosi a fes­ta per i tur­isti. La Notte di Fia­ba riprese ad esistere nell’immediato dopoguer­ra, quan­do dopo le ferite las­ci­ate dal con­flit­to mon­di­ale a Riva del Gar­da, come nel resto del mon­do, la voglia di dimen­ti­care si fece pri­or­i­taria. Allo­ra era una fes­ta di fine sta­gione, qua­si un’appendice per intrat­tenere i tur­isti qualche giorno di più, con la costruzione dei natan­ti alle­gori­ci che sfila­vano pieni di luci mul­ti­col­ori nel gol­fo rivano. I per­son­ag­gi più famosi era­no, così, pre­si in giro nel­la maniera più diver­tente e scan­zona­ta, una sor­ta di sull’acqua con qualche inven­zione alter­na­ti­va lega­ta alla culinaria.Diversi comi­tati si sono dati il cam­bio nell’organizzare ques­ta fes­ta, dan­do di vol­ta in vol­ta un’impronta dif­fer­ente, sal­vo restando lo spet­ta­co­lo pirotec­ni­co ele­men­to sem­pre pre­sente ad ogni ricor­ren­za. Oggi, con la buro­crazia che rende tut­to più dif­fi­cile e la sicurez­za in pri­mo piano che non per­me­t­terebbe più lo svol­gi­men­to, gius­ta­mente, “all’improvvisata”, il Comi­ta­to Man­i­fes­tazioni Rivane si è adegua­to al mod­er­no, met­ten­do in sce­na una Notte di Fia­ba davvero spet­ta­co­lare e diver­sa, utile sia per i più pic­coli sia per i più gran­di spet­ta­tori che ne restano coin­volti. Oggi si è scel­to di far scegliere ad un bam­bi­no, chiam­a­to l’ultimo giorno del­la Notte di Fia­ba a “pescare” con la sua mano in un gran ces­to che con­tiene i gio­cat­toli più sig­ni­fica­tivi delle più belle fiabe al mon­do, il tema del­la Notte di Fia­ba che ver­rà. Così nel 1999 si rap­p­re­sen­tò Alice nel Paese delle Mer­av­iglie, l’anno dopo fu il fol­let­to Peter Pan a pren­dere cor­po per le vie e le piazze di Riva del Gar­da, l’anno scor­so, invece, fu Mary Pop­pins, la mag­i­ca gov­er­nante che tut­ti i bam­bi­ni desider­a­no avere, ad ani­mare gli spet­ta­coli di piaz­za. Per l’edizione 2002 è salta­to fuori dal ces­to Pinoc­chio, il burat­ti­no di leg­no più famoso al mon­do. Se volete sco­prire come andrà, fat­e­vi avan­ti….. noi siamo qui per una set­ti­mana intera.

Parole chiave: