La manifestazione dell’alto lago inizia oggi e terminerà domenica. Sabato sera il grande spettacolo pirotecnico. Quest’anno è il capolavoro letterario di Kipling ad ispirare scenografie ed eventi

Notte di fiaba, la «giungla» sul Garda

25/08/2005 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Oggi su Riva cala «», uno tra i più impor­tan­ti even­ti cul­tur­ali di tut­to il . Dopo «Alice nel paese delle mer­av­iglie» (1999), «Peter Pan» (2000), «Mary Pop­pins» (2001), «Pinoc­chio» (‘02), «Bian­cane­va e i sette nani» (’03), «Il mago di Oz» (’04), quest’anno il leit­mo­tiv del­la man­i­fes­tazione ruoterà attorno al «Libro del­la giungla» di Rud­yard Kipling. Per quat­tro giorni ogni even­to (gas­trono­mia, musi­ca, gio­co, spet­ta­co­lo) rac­con­terà di Mowgli, il trovatel­lo adot­ta­to dai lupi, dell’orso Baloo, del­la pan­tera Bagheera, del­la feroce tigre Shere-Kan. Saran­no loro i pro­tag­o­nisti del­la nuo­va edi­zione del­la ker­messe che ogni anno incan­ta migli­a­ia di gran­di e pic­ci­ni. Il cen­tro stori­co si riem­pirà di liane ver­di e dei pro­fu­mi sel­vag­gi del fiume Wain­gun­ga. Piaz­za delle Erbe diver­rà le Tane Fred­de, il reg­no delle scim­mie Ban­dar-Log; piaz­za Maroc­co sarà abi­ta­ta dagli ele­fan­ti di Hathi, sig­nore del­la giungla; il bran­co dei lupi Seeonee farà del­la Roc­ca il pro­prio ter­ri­to­rio di cac­cia. Un appun­ta­men­to fan­tas­ti­co, soprat­tut­to per i bam­bi­ni, che avran­no la pos­si­bil­ità di riv­i­vere le avven­ture di Mowgli, il cuc­ci­o­lo «sen­za pelo», in bil­i­co tra il mon­do degli ani­mali e quel­lo degli uomi­ni, di cac­cia­re con Akela, il gri­gio lupo soli­tario, di trovar­si fac­cia a fac­cia con la tigre del Ben­gala, gio­care con la dura legge del­la giungla, impara­n­do il rispet­to per la natu­ra e ogni for­ma di vita. Il pro­gram­ma del­la man­i­fes­tazione è ric­chissi­mo di even­ti: sto­rie del­la giungla, spet­ta­coli circensi e di stra­da, acrobazie, giochi e lab­o­ra­tori, rap­p­re­sen­tazioni teatrali. E, anco­ra, le per­for­mance musi­cali del­la «Fan­fara del­la pri­ma notte d’amore», orches­tra prove­niente da Ams­ter­dam, i con­cer­ti dei Mon­te­fiori Cock­tail, del­la Mabò e del­la Tiger Dix­ie Band, che ripro­por­rà in chi­ave jazz le cele­bri melodie dis­neyane. Poi gli aper­i­tivi Jun­gle Cock­tail, in col­lab­o­razione con i pub del­la cit­tà e i piat­ti tipi­ci (la carne sal­a­da, la par­ti­co­laris­si­ma mor­tadel­la) servi­ti in piaz­za, i mer­ca­ti­ni del­l’ar­ti­giana­to, l’e­s­po­sizione di lib­ri a tema pres­so la Civi­ca. Per cel­e­brare l’even­to, anche un annul­lo filatelico emes­so per l’oc­ca­sione. Saba­to, alle ore 22, le acque del lago si incendier­an­no di luci e col­ori con il grande spet­ta­co­lo pirotec­ni­co cura­to del­la Martarel­lo di Arquà Pole­sine. Poi musi­ca sino all’al­ba, trasfor­man­do i Gia­r­di­ni di Por­ta Ori­en­tale in una grande dis­cote­ca all’aperto. Per l’occasione pre­dis­porrà un servizio spe­ciale con ben quat­tro moton­avi. Il pres­i­dente del Comi­ta­to orga­niz­za­tore, Gian­car­lo Angeli­ni, gior­nal­ista ora in pen­sione, ricor­da come la Notte di Fia­ba sia nata nel 1776. Allo­ra si mise in sce­na una sfi­la­ta con natan­ti, per salutare gli ospi­ti che las­ci­a­vano il Gar­da al ter­mine del loro soggiorno.

Parole chiave: