Da domani a domenica 4 giorni di iniziative «nel nome» di Pippi Calzelunghe

Notti di Fiaba, a Riva il paradiso dei bimbi

22/08/2007 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
S. ZA.

Riva del Gar­da dedicherà quat­tro giorni a Pip­pi Calzelunghe. Da domani a domeni­ca la local­ità riv­ieras­ca ospiterà la nona edi­zione “”, che ogni anno incen­tra la fes­ta su un noto per­son­ag­gio fiabesco. Le piazze, i vicoli, la roc­ca e il lago si vesti­ran­no dei col­ori e del­la magia del­la bam­bi­na dalle trec­ce rosse, nata dal­la pen­na del­la scrit­trice svedese Astrid Lindgren.In una cor­nice di gigan­tesche scenografie di car­tapes­ta, sono pro­gram­mati numerosi appun­ta­men­ti: spet­ta­coli di stra­da e circensi, giochi e lab­o­ra­tori, rap­p­re­sen­tazioni teatrali, mostre, rac­con­ti in musi­ca. Piaz­za Cavour diven­terà un col­orato mer­cati­no del soli­to e del­l’in­soli­to; la spi­ag­gia degli Olivi si trasformerà in Vil­la­colle, il vero reg­no dei bam­bi­ni; i por­ti­ci di piaz­za Tre novem­bre ospit­er­an­no le creazioni di Pip­pi. E anco­ra: i rac­con­ti dei Ban­dus, le fiabe dei Vox, gli spet­ta­coli itin­er­an­ti del Teatro per caso, le acrobazie del Cir­co Tutù, le nar­razioni del­la Com­pag­nia di Tiziana Di Masi, l’im­perdi­bile spet­ta­co­lo real­iz­za­to da Fon­dazione e dai Glossa.La musi­ca rap­p­re­sen­terà una piacev­ole colon­na sono­ra. Sono pre­visti i con­cer­ti del­la “Mente di Tet­suya”, dei “Pausa Mer­lot”, del­la “Jazz­ma­nia Big Band” e dei “Radiot­tan­ta”. Il par­ty ani­ma­to da Giuspe DJ fino all’alba, trasfor­man­do i gia­r­di­ni di Por­ta ori­en­tale in una grande dis­cote­ca all’aperto. E per l’anniversario del­la Lind­gren, nel si ter­rà la mostra “A Vim­mer­by e ritorno”. La fes­ta rag­giungerà il cul­mine saba­to, con l’accensione dei fuochi pirotec­ni­ci. Esploder­an­no ben 1.300 chili di effet­ti spe­ciali, per un grande spet­ta­co­lo di luci e col­ori nel golfo.La ha pre­dis­pos­to crociere not­turne con parten­ze da Peschiera (ore 17.35), (18.20), Gar­da (18.35) e Mader­no (19.20).

Parole chiave: -