Dal Garda al Baldo di Novezza in mountain bike col bus.

Novità per l’estate

29/06/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Dal Gar­da al di Novez­za in moun­tain bike col bus. L’iniziativa che col­le­ga attra­ver­so un itin­er­ario com­ple­ta­mente nuo­vo lago e mon­tagna è sta­ta pre­sen­ta­ta nel­la mat­ti­na­ta di ieri nel­la sala con­sil­iare di Palaz­zo Car­lot­ti. Si trat­ta del­la terza sig­ni­fica­ti­va «tap­pa» del prog­et­to «bus and bike», mes­so in cantiere già da qualche anno dall’Assessorato ai trasporti e tur­is­mo del­la Provin­cia in sin­to­nia con l’Azienda provin­ciale trasporti e con la parte­ci­pazione sem­pre più numerosa dei Comu­ni. Prog­et­to in costante cresci­ta vis­to i non pochi con­sen­si che sta otte­nen­do nel mon­do dei cul­tori del­la vacan­za sporti­va. La pri­ma espe­rien­za arrivò nel ’97 con il «bus & bike del Gar­da», servizio di risali­ta in bus da Tor­ri a S. Zeno e Pra­da e con allo­ra la seg­giovia fino al rifu­gio Fiore del Da quo­ta 68 metri del lago ai 1900 di Costa­bel­la per poi affron­tre una panoram­i­ca e diver­tente disce­sa in moun­tain bike sul ver­sante sud-occi­den­tale del Monte Bal­do. Inizia­ti­va, vis­to il suc­ces­so, doppi­a­ta con inter­es­sa­ta la Lessinia per arrivare a quel­la pre­sen­ta­ta ieri e che ver­rà inau­gu­ra­ta saba­to 1 luglio e defini­ta la «spina dor­sale» dell’intero prog­et­to che accop­pia il bus, quale mez­zo di risali­ta, alla moun­tain bike per una disce­sa lun­go itin­er­ari più o meno impeg­na­tivi, noti o tut­ti da sco­prire. «Un’iniziativa sporti­vo-tur­is­ti­ca» ha fat­to pre­sente il sin­da­co di Capri­no nel riv­ol­gere il salu­to di ben­venu­to ai parte­ci­pan­ti alla con­feren­za stam­pa, «frut­to di un accor­do di pro­gram­ma forte­mente volu­to dai quat­tro Comu­ni (Gar­da, Coster­mano, Capri­no e Fer­rara, ndr)». «Ci siamo arrivati con l’acqua alla gola» ha pun­tu­al­iz­za­to Maria Tere­sa Girar­di, «ma con­vin­ti che sarà un’operazione che avrà suc­ces­so nel tem­po». Cer­to bat­tes­i­mo migliore non pote­va avere vista la pre­sen­za dell’olimpionica Pao­la Pez­zo e del tec­ni­co del­la nazionale azzur­ra Alfon­so Morel­li. «Sul Gar­da ci sen­ti­amo di casa» han­no sot­to­lin­eato entram­bi impeg­nati in questi giorni ognuno nel pro­prio ruo­lo, nel­la preparazione del­la com­pagine azzur­ra per l’importante appun­ta­men­to con i Giochi olimpi­ci di Sydney.

Parole chiave: